Aston Martin rivela ulteriori dettagli su DBS GT Zagato

Aston Martin

Aston Martin ha fornito un ulteriore sguardo sull’aspetto finale del suo imminente modello DBS GT Zagato. Accoppiato con il DB4 GT Zagato Continuation per completare la collezione Centenary di DBZ, di cui solo 19 verranno creati e hanno un prezzo di £ 6 milioni per la coppia, questi ultimi rendering forniscono un nuovo sguardo ad alcune delle principali funzionalità di progettazione del modello.

Prendendo la più potente macchina di serie di Aston Martin, l’acclamata DBS Superleggera, come punto di partenza, la DBS GT Zagato incarna la prossima evoluzione del linguaggio stilistico di Aston Martin Zagato. Ispirati alle forme voluttuose che in precedenza vestivano l’originale DB4 GT Zagato, i designer di Aston Martin e Zagato hanno lavorato sodo per evocare un linguaggio di design evocativo allo stesso modo.

Una dichiarazione inequivocabile di lusso, esclusività e purezza, DBS GT Zagato offre una presenza imponente sia parcheggiata o in movimento. Sul fronte dell’auto, una griglia “dinamica” appena creata e unica consente all’area frontale dell’auto di trasformare il suo aspetto. Quando sono fermi, ognuno dei 108 pezzi singoli in fibra di carbonio a forma di diamante rimane a filo con il bellissimo esterno formato dell’auto. Tuttavia, all’avvio DBS GT Zagato sembrerà svolazzare nella vita, man mano che ogni pezzo si apre per consentire al V12 twin-turbo dell’auto di respirare.

Marek Reichman, Chief Creative Officer, Aston Martin Lagonda ha dichiarato: “Questa è un’auto che non si concentra solo sulla bellezza, ma anche sulla muscolarità. La nostra griglia dinamica ci dà l’opportunità di fornire all’auto due identità molto diverse. Quando parcheggiata, la DBS GT Zagato sembra quasi che si stia riposando, ma con la parte posteriore dell’auto appare ancora muscolosa e pronta per l’azione. Solo all’avvio la vettura diventerà veramente vigile e pronta a esibirsi, offrendo sia un trattamento uditivo che visivo per gli spettatori “.

Mentre la parte frontale sarà finemente rifinita, lo studio di progettazione di Aston Martin ha utilizzato uno specchio centrale con vista posteriore azionato da una telecamera, per ospitare il tetto in fibra di carbonio a tutta lunghezza mostrato in precedenza. Le immagini di oggi mostrano il design finale di questo grande pezzo di copertura in fibra di carbonio, in cui solitamente veniva posizionato il lunotto posteriore. Invece, DBS GT Zagato è trattato per un roofline puro e semplice senza alcun compromesso sulla praticità per il guidatore.

Reichman aggiunge: “Forma e funzione sono costantemente in lotta tra loro, ma questo è un ottimo esempio di dove siamo stati in grado di utilizzare le moderne tecnologie per garantire che nessuna concessione sia stata fatta da nessuna parte. Per me e per i nostri team era importante consegnare qualcosa di bello come l’originale DB4 GT Zagato e credo che abbiamo raggiunto questo risultato con questo modello e non vedo l’ora di vederlo nel metallo “. DBS GT Zagato è pronto per la produzione nel 2020, unendo ciascuna delle 19 vetture DB4 GT Zagato create per la Aston Martin Works quest’anno.

L'autore

Ippolito per gli amici Lito, nasce a Monza. Laureato alla Bocconi in ingegneria meccanica. Appassionato di giornalismo in breve tempo scrive su noti portali Automotive Italiani ed esteri. Seguo in modo accurato tutto il settore Automotive News. Appassionato di Motori ed in particolare di Formula 1.
Potresti essere interessato a:
Aston Martin

Ian Callum fa rivivere l'Aston Martin Vanquish per il progetto di debutto

Aston Martin

L'Aston Martin DB5 del 1965 di James Bond venduta per oltre 6,3 milioni

Aston Martin

Aston Martin: l'hypercar Valhalla debutta a Monterey

Aston Martin

Aston Martin riduce le previsioni di vendita

Lascia un commento