Hyundai

Grazie alla tecnologia semi-ibrida con 48 Volt, Hyundai mette sul mercato modelli molto efficienti. In un breve video, il marchio coreano spiega il funzionamento di questo sistema, che viene sempre più usato nelle sue auto. Si tratta di una soluzione che suppone un costo minimo rispetto alla pura ibridazione o all’elettrico, ma che consente ai marchi di offrire una maggiore efficienza.

Hyundai offre questo nuovo sistema nel rinnovato Tucson, che consente di ridurre il consumo di carburante e le emissioni del 7% pur mantenendo tutti i vantaggi dei due motori diesel disponibili, il 2.0 CRDi di 186 CV e il più conveniente 1.6 CRDi di 116 CV e 136 CV. Il sistema ha una batteria da 48 volt, un motorino di avviamento e un generatore e un convertitore LDC a bassa tensione, oltre a una normale rete elettrica da 12 volt che viene collegata alla batteria dal convertitore LDC in modo che l’energia generata e memorizzata abbia una potenza più elevata che può essere utilizzata dai sistemi elettrici a bordo del veicolo.

Questa batteria offre una capacità di 0,44 kWh, immagazzinando l’energia cinetica che il motorino di avviamento e generatore collegato all’albero a gomiti del motore è in grado di generare, con 12 kW e 55 Nm di coppia, può aggiungere potenza e forza extra al motore. La nuova Hyundai Tucson Hybrid si inserisce all’interno di una gamma di modelli ibridi e full electric.