Rear Occupant Alert: di serie sui nuovi modelli Hyundai

Hyundai
Rear occupant alert

Le Case automobilistiche hanno sperimentato numerosi sistemi di sicurezza negli ultimi anni. Tendono a concentrarsi sull’evitare incidenti con tecnologie come la frenata automatica di emergenza e il rilevamento dei pedoni; ma molti sono anche preoccupati di ciò che potrebbe accadere se un bambino o un animale domestico venisse inavvertitamente lasciato sul sedile posteriore. Mercoledì Hyundai ha annunciato che entro il 2022 renderà di serie il Rear Occupant Alert negli USA per gli occupanti posteriori sulla “maggior parte” dei suoi nuovi veicoli. Esiste un aggiornamento, che, secondo la società, uscirà in futuro e sarà ancor più efficace. A quanto pare, il 31 luglio è il National Heatstroke Prevention Day (giornata mondiale di prevenzione dai colpi di calore), quindi Hyundai ha scelto una buona giornata per dare l’annuncio.

Rear Occupant Alert: Hyundai sviluppa due versioni

La versione più semplice di Rear Occupant Alert rileva se una portiera posteriore è stata aperta o chiusa prima di abbandonare l’auto, e in tal caso, invierà un messaggio al guidatore, visualizzato sul quadro strumenti, per invitarlo a controllare i sedili posteriori così da non lasciare distrattamente bambini e animali. Questo è più o meno lo stesso software utilizzato da altri Costruttori. La versione più avanzata comporta però molto più di un dubbio sull’aver lasciato qualche ospite nell’abitacolo.

Oltre alla tecnologia basata sulle porte, Hyundai incorpora anche un sensore a ultrasuoni per rilevare i movimenti nella seconda fila dei passeggeri. Se viene rilevato un movimento dopo che il veicolo è stato spento e bloccato, suonerà il clacson e invierà una notifica allo smartphone del conducente attraverso il Blue Link di Hyundai – a condizione che sia attivo la vettura ne sia dotato. Pochi marchi hanno adottato soluzioni del genere su larga scala, in parte perché comportano un costo maggiore rispetto alla mera verifica delle portiere.

Ultrasuoni disponibili di serie sulla Sonata 2020

Al momento, il Rear Occupant Alert è sui suv Santa Fe e Palisade, con la versione ad ultrasuoni (Ultrasonic Rear Occupant Alert) disponibile come optional. Che, entro fine anno, quando verrà lanciata, la Sonata offrirà senza alcuna spesa aggiuntiva. Non è chiaro quali veicoli della gamma lo includeranno di serie in futuro. General Motors è un pioniere della tecnologia, avendo aggiunto il Rear Seat Reminder a più di 20 modelli del 2017. Nissan ha eseguito la messa a punto del Rear Door Alert (chiamato in tanti altri nomi stravaganti) su parecchie auto; mentre la Subaru Ascent del 2020 ha aggiunto un sistema di promemoria per i sedili posteriori come equipaggiamento standard. A partire dallo scorso maggio, un disegno di legge è stato discusso al Senato degli Stati Uniti, che avrebbe cercato di imporre questa tecnologia per ridurre gli incidenti mortali, ma l’approvazione deve ancora avvenire.

 

Related posts
Hyundai

La nuovissima Hyundai i10 debutta al salone di Francoforte

Hyundai

Hyundai lancia Bluelink Connected Car Series, raggiungerà tutti i suoi modelli

Hyundai

Hyundai prevede il lancio di 17 veicoli elettrici commerciali entro il 2025

Hyundai

Hyundai rivela uno scooter elettrico in grado di percorrere 20 km