Lamborghini Avventura: alla scoperta del Circolo Polare Artico

Lamborghini
Lamborghini Avventura alle Isole Lofoten

Dopo l’Andalusia, la Transilvania, i fiordi norvegesi e l’Islanda, Lamborghini Avventura, la serie di spedizioni alla scoperta dei paesaggi più incantevoli al mondo, fa nuovamente tappa in Norvegia, nelle Isole Lofoten. Un luogo unico per testare la grande dinamicità della Huracan Evo di nuova generazione. Sette Lamborghini percorrono un itinerario, lungo le isole connesse da strade e tunnel che paiono galleggiare sull’acqua. Tra montagne costituite dalle rocce più antiche del Vecchio Continente, scogliere e ponti spettacolari. Un viaggio esperienziale, che ha per tema portante la glaciazione, oltre all’ancora oggi integro Circolo Polare Artico, nei suoi diversi scenari. Lambiti da cristalline acque, si alternano vette e pianure costiere.

Lamborghini Avventura: la spedizione nelle Isole Lofoten

Tra orche, balene, merluzzi e aquile di mare, la zona è un inno alla natura, tra le principali produttrici di stoccafisso. Da Harstad il convoglio ha percorso il tratto iniziale che collega il Paese scandinavo all’arcipelago; inizialmente arrivato a Henningsvær, il cui porto, situato verso sud, è costruito su un gruppo di isolotti ai piedi di una falesia a strapiombo sul mare. Fuori dal mondo, questo villaggio di pescatori, con tante casette e coloratissime barche, dona il miglior colpo d’occhio possibile e immaginabile. Inoltre, vi si trova quello che in tanti ritengono sia il campo da calcio più bello in assoluto, costruito quasi a sfiorare il mare.

Superando zone naturalistiche costellate dalle caratteristiche rastrelliere piramidali in legno, dove, da febbraio a giugno, gli abitanti essicano il merluzzo, il gruppo di Lamborghini Huracan Evo è emigrato verso sud. A conclusione della prima giornata lo sbarco nel borgo, splendidamente conservato, di Nusfjord, rinomato soprattutto per le rorbu, rosse abitazioni erette sull’acqua, dove un tempo i pescatori trascorrevano il tempo prima e dopo le uscite in mare.

Il sole di mezzanotte

Nel giorno seguente, il percorso è ripartito in direzione nord, con una sosta presso la più grande isola di Flakstad›y, Ramberg, contraddistinta da una spiaggia di sabbia bianca e acqua cristallina, analoga a quelle caraibiche. Superate varianti mozzafiato su strade a filo d’acqua, le auto sono entrate a Svolvær, il comune considerato più antico del Circolo polare con 4mila anime circa. Il monte più celebre, Svolværgeita, venne scalato per la prima volta nel 1910. In estate la zona, con temperature più alte rispetto alla parte occidentale delle isole Lofoten, prevede maggiori precipitazioni piovose. Da qui, la spedizione si è infine conclusa dopo 630 km ad Harstad; che dopo km in mezzo alla natura silenziosa restituisce sempre un panorama mozzafiato. In vetta al monte Keipen, ammirando il sole di mezzanotte.

 

Potresti essere interessato a:
Lamborghini

Lamborghini Miura: classe dedicata a Pebble Beach

Lamborghini

Lamborghini Huracan EVO Spyder: la creazione di Dr. Woo

Lamborghini

Lamborghini Aventador: l'erede arriverà solo nel 2024 e potrebbe avere un V8 elettrificato

Lamborghini

Lamborghini Urus, rendering radicale: coupé 2+2