Lamborghini Huracán Evo Spyder: prime immagini e informazioni ufficiali

Lamborghini
Lamborghini Huracán Evo Spyder

Lamborghini ha scelto, come ampiamente previsto dai rumors delle ultime settimane, l’edizione 2019 del Salone dell’auto di Ginevra, al via il prossimo 5 di marzo, per il debutto in pubblico della nuova Lamborghini Huracán Evo Spyder. La nuova supercar “scoperta” della casa italiana è protagonista, in queste ore, di una vera e propria presentazione online.

Lamborghini, infatti, ha diffuso tutte le informazioni e le prime immagini ufficiali della sua nuova Lamborghini Huracán Evo Spyder che arriverà sul mercato a partire dalla prossima primavera con un prezzo di partenza di 202.437 Euro, tasse escluse. 

Alla base del progetto della nuova Lamborghini Huracán Evo Spyder c’è lo stesso motore della versione coupé. La nuova supercar potrà, quindi, contare sul V10 5.2 aspirato in grado di erogare una potenza massima di 640 CV, disponibili a 8 mila giri, e 600 Nm di coppia motrice.

Lamborghini Huracán Evo Spyder

A livello prestazionale, invece, la nuova Lamborghini Huracán Evo Spyder potrà contare su di una velocità massima di 325 km/h. Ottimi, naturalmente, anche i dati sull’accelerazione con lo 0-100 km/h che viene completato in 3.1 secondi mentre lo 0-200 km/h viene completato in 9.3 secondi. Da notare, inoltre, che, grazie all’impianto frenante carboceramico, la nuova Lamborghini Huracán Evo Spyder impiega solo 32,2 metri per fermarsi dalla velocità di 100 km/h. La supercar arriverà con Pirelli P Zero Corsa 245/30 e 305/30 su cerchi da 20″.

Novità anche per la dinamica di guida con il miglioramento del Lamborghini Dynamic Steering (LDS) anteriore e l’installazione dell’asse posteriore sterzante. Il guidatore, inoltre, può modificare il selettore Anima optando per una delle tre modalità di guida (Strada, Sport e Corsa) che, come facilmente intuibile dai nomi, vanno a modificare radicalmente il funzionamento del comparto tecnico in relazione alle effettive esigenze del momento.

Confermatissima la capote di tela, ripiegabile elettricamente, mentre si registrano sostanziali modifiche all’aerodinamica con nuovi paraurti e pannelli sotto scocca che dovrebbero garantire performance migliori. All’interno dell’abitacolo troviamo, invece, un display da 8.4 pollici per il nuovo sistema di infotainment che supporta i comandi multi touch e Apple Car Play.

L'autore

Web editor e blogger da più di dieci anni, sono appassionato di sport, motori e tecnologia.
Potresti essere interessato a:
Lamborghini

Lamborghini Miura: classe dedicata a Pebble Beach

Lamborghini

Lamborghini Huracan EVO Spyder: la creazione di Dr. Woo

Lamborghini

Lamborghini Aventador: l'erede arriverà solo nel 2024 e potrebbe avere un V8 elettrificato

Lamborghini

Lamborghini Urus, rendering radicale: coupé 2+2