Maserati: il nuovo piano industriale conferma il D-SUV e l’Alfieri

Maserati

Grandi novità in arrivo per Maserati. Il nuovo piano industriale di FCA presentato oggi, infatti, è stata l’occasione per dare un’occhiata a quello che sarà il futuro del marchio del Tridente che, insieme ad Alfa Romeo, punta a registrare una grandissima espansione nel corso dei prossimi anni.

Per il 2022, infatti, Maserati punta a raggiungere il target di 100 mila unità vendute, circa il doppio delle unità vendute lo scorso anno. Per il marchio italiano, inoltre, c’è anche un altro obiettivo, il raggiungimento di un margine del 15%. Si tratta di target davvero ambiziosi che, se raggiunti, permetteranno alla casa italiana di completare un ambiziosissimo programma di espansione.

Tra le novità confermate dal nuovo piano industriale per il futuro di Maserati troviamo il nuovo D-SUV, che permetterà al brand di entrare in un segmento di mercato inedito, e la nuova Alfieri, in versione Coupé e Cabrio, che andrà a sostituire la GranTurisimo e la GranCabrio. Confermate anche le nuove generazioni dell’ammiraglia Maserati Quattroporte e del SUV Maserati Levante oltre al restyling della Maserati Ghibli. 

Tutte le nuove Maserati previste dal piano industriale di FCA potranno contare su varianti ibride plug-in a cui si accompagnerà una progressiva riduzione della presenza del diesel, destinato a scomparire dalla gamma di Maserati. In cantiere ci sono anche le nuove Maserati Blue, ovvero le varianti elettriche a zero emissioni dei modelli del Tridente.

In programma ci sono quattro vetture elettriche. Oltre alle due Alfieri, infatti, saranno elettriche anche la Quattroporte ed il Levante. Le nuove Maserati Blue potranno contare su di un powertrain a tre motori elettrici che avrà come focus principale le prestazioni.

Al momento, il nuovo piano industriale non chiarisce quali saranno le tempistiche di arrivo sul mercato dei nuovi progetti e quali saranno le relative sedi di produzione che, in ogni caso, resteranno tutte in Italia. La nuova Alfieri dovrebbe essere prodotta a Modena mentre il D-SUV dovrebbe affiancarsi al Levante a Mirafiori.

Ulteriori dettagli sul futuro di Maserati e sui nuovi modelli in arrivo sul mercato nel corso dei prossimi anni arriveranno, di certo, nel corso delle prossime settimane.

L'autore

Web editor e blogger da più di dieci anni, sono appassionato di sport, motori e tecnologia.
Potresti essere interessato a:
Maserati

Maserati: confermati dieci nuovi modelli entro il 2023

Maserati

FCA nomina Davide Grasso Chief Operating Officer di Maserati

Alfa RomeoFiatJeepMaserati

FCA: primo semestre negativo in Italia, le vendite calano del 12%

Maserati

Maserati: cambio di programma, il D-SUV non si farà

Lascia un commento