Maserati: il prossimo progetto potrebbe essere una sportiva compatta a motore centrale

Maserati

Come previsto dal nuovo piano industriale di Maserati, presentato dal gruppo FCA nel corso della diffusione dei risultati del secondo trimestre del 2019 lo scorso mese di luglio, prevede il lancio di 10 nuovi modelli tra il 2020 ed il 2023. Solo per il 2020, il piano industriale comprende ben quattro novità tra cui troviamo i restyling di Levante, Ghibli e Quattroporte (che dovrebbero registrare l’arrivo delle varianti ibride in sviluppo da tempo).

La quarta novità viene indicata come un’inedita “Sportscar”. Secondo un report del magazine Quattroruote, il progetto in questione non sarà la versione di serie della Maserati Alfieri, come precedentemente indicato da diverse fonti nel corso delle ultime settimane. La nuova sportiva che andrà ad espandere la gamma Maserati nel corso del 2020 sarà, infatti, una compatta a motore centrale, un modello che punta a raccogliere l’eredità di modelli di grande successo, tra gli anni 70 e gli anni 80, come la Bora e la Merak.

La nuova sportiva compatta a motore centrale, che sarà prodotta nello stabilimento Maserati di Modena, verrà presentata, molto probabilmente, nel corso del prossimo mese di marzo in occasione del Salone dell’auto di Ginevra per poi arrivare sul mercato nel corso del secondo semestre del 2020 (la produzione dovrebbe partire tra la fine della primavera e l’inizio della prossima estate). Questo modello potrebbe essere realizzato anche in versione Cabrio. Il piano industriale di Maserati, infatti, prevede il lancio di una Sportscar Cabrio per il 2021.

Se il report relativo al lancio della nuova sportiva a motore centrale sarà confermato, Maserati potrebbe aver abbandonato l’idea di realizzare una versione di serie della Maserati Alfieri, un progetto da tempo al centro di rumors ed indiscrezioni e che è stato più volte rimandato dal gruppo FCA, causando un rallentamento del progetto di crescita del brand del Tridente che, con il nuovo piano industriale, registrerà un enorme processo di rinnovamento.

La gamma Maserati, infatti, dovrebbe poter contare sulle nuove generazioni di GranTurismo e GranCabrio ed anche sull’inedito D-SUV, il nuovo entry level del Tridente che sarà realizzato sulla base dell’Alfa Romeo Stelvio. Nuovi dettagli sulle strategie future di Maserati arriveranno, di certo, nelle prossime settimane.

About author

Web editor e blogger da più di dieci anni, sono appassionato di sport, motori e tecnologia.
Related posts
Maserati

Maserati: confermati dieci nuovi modelli entro il 2023

Maserati

FCA nomina Davide Grasso Chief Operating Officer di Maserati

Alfa RomeoFiatJeepMaserati

FCA: primo semestre negativo in Italia, le vendite calano del 12%

Maserati

Maserati: cambio di programma, il D-SUV non si farà