Maserati richiama 40.000 veicoli per pericolo di incendi

Maserati
Maserati

Il celebre produttore italiano di auto di lusso, Maserati, è protagonista di un nuovo richiamo che questa volta coinvolge un totale di 39.281 veicoli venduti in Cina, la maggior parte di loro a causa di un problema con il cablaggio che provoca il rischio di incendi, così come rivelato dalle autorità cinesi nella giornata di lunedì. L’Amministrazione generale della supervisione della qualità, ispezione e  quarantena in Cina ha detto in una dichiarazione che i cavi si trovano sotto i sedili elettrici anteriori e possono generare l’attrito che potrebbe portare ad un corto circuito con possibilità di provocare un incendio.

I modelli interessati sono le berline Quattroporte (11.815) e Ghibli (14.004), e il Suv Maserati Levante (5802). Si tratta tutti di modelli realizzati tra il 21 marzo 2013 e il 21 dicembre 2016. Il richiamo a quanto pare inizierà il prossimo 30 giugno 2017. Altri veicoli, per la precisione 7.660, sono unità di SUV Levante fabbricate tra il 31 maggio 2016 e il 27 febbraio 2017 che presentano un problema al serbatoio del carburante che a bassa velocità potrebbe addirittura causare lo spegnimento del motore. Questi modelli saranno richiamati da domani 29 marzo. Tuttavia, questo non è un problema nuovo in questo modello, dallo scorso 10 gennaio la società ha già annunciato che 221 vetture sarebbero state richiamate sempre a causa di questo problema e altre 36 invece per carenze agli airbag. I prezzi di questi modelli vanno da 911.000 yuan pari a 122.000 euro sino a 3 milioni di yuan  401.000 euro.

Maserati

Maserati: nuovo richiamo coinvolte circa 40 mila veicoli in tutto il mondo

 

Non è la prima volta che questa azienda, tradizionalmente focalizzata su auto sportive di lusso, richiama veicoli in Cina per la loro revisione.  Dallo scorso anno quasi 21.000 unità sono state richiamate a causa di un difetto nella progettazione del pedale dell’acceleratore. Vi aggiorneremo naturalmente qualora dovessero arrivare novità interessanti in merito a questi nuovi richiami che riguardano vetture targate Maserati. 

About author

Laureato in Giurisprudenza, appassionati di motori, esperto di tutto quello che riguarda Alfa Romeo.
    Related posts
    Maserati

    FCA nomina Davide Grasso Chief Operating Officer di Maserati

    Alfa RomeoFiatJeepMaserati

    FCA: primo semestre negativo in Italia, le vendite calano del 12%

    Maserati

    Maserati: cambio di programma, il D-SUV non si farà

    Maserati

    Maserati: nel futuro del brand ci saranno solo modelli elettrificati

    Lascia un commento