Brawn: il declino di McLaren e Williams dimostra che la Formula 1 non ha “pietà”

Motorsport

Nonostante Williams e McLaren siano due delle scuderie più famose e titolate presenti in Formula 1 le ultime stagioni hanno confermato il declino delle due squadre. Una serie di problemi ha portato i due team a lottare vicino al fondo della griglia nel 2018 quando i loro rivali hanno intensificato i propri sforzi. Brawn, che è uno dei massimi dirigenti della Formula 1, ritiene che a differenza di una squadra che ha vinto tanto come la Mercedes che ha beneficiato di un’enorme stabilità, i rimpasti di personale della McLaren e della Williams negli ultimi anni hanno contribuito a gran parte dei loro problemi.

“La Mercedes ha ancora le stesse persone che ho trovato lì nel 2007 e questo vuol dire più di 10 anni di stabilità per il team”, ha dichiarato Brawn. “Penso che Williams e McLaren, abbiano subito dei cambiamenti e ci sia sempre un po’ di tempo per sistemare le cose, sono grandi squadre con una grande storia, ma sfortunatamente la Formula 1 non ha un grande rispetto per le storie, rispetta solo quello che sta succedendo in pista. Come Formula 1 desideriamo davvero che quei team tornino in una posizione competitiva perché sono grandi team e grandi marchi, ma la Formula 1 non ha pietà. Se non stai facendo un lavoro di prima classe, questo viene dimostrato in ogni week end di gara. Sia ben chiaro i due team hanno la capacità per tornare ad essere competitivi ma è un lavoro difficile”.

L'autore

Ippolito per gli amici Lito, nasce a Monza. Laureato alla Bocconi in ingegneria meccanica. Appassionato di giornalismo in breve tempo scrive su noti portali Automotive Italiani ed esteri. Seguo in modo accurato tutto il settore Automotive News. Appassionato di Motori ed in particolare di Formula 1.
Potresti essere interessato a:
Motorsport

Aston Martin celebrerà James Bond Heritage durante il GP britannico

Motorsport

Alfa Romeo Racing è il nuovo nome del team Sauber in F1

Motorsport

Il Team Mulsanne sarà al WTCR del 2019 con Alfa Romeo Giulietta di Romeo Ferraris

Motorsport

La Formula E riparte questo sabato a Marrakesh ePrix