Fernando Alonso, obiettivo Dakar

Motorsport
Dakar Fernando Alonso - 1

Fernando Alonso ha concluso il Rally del Marocco e al termine delle 5 prove speciali del raid del Campionato Cross Country, in coppia con Marc Coma, ha ragionato sui possibili margini di miglioramento in merito ad una preparazione migliore possibile per poter affrontare la prossima Dakar 2020. In partenza il 5 gennaio prossimo in Arabia Saudita.

Il quotidiano Marca, a proposito della prova in Marocco, ha riportato queste parole di Fernando Alonso: “Concludere il Rally del Marocco non è facile come sembra e ci siamo riusciti, per questo sono contento. È una delle prove più dure del calendario. C’è tanto margine di miglioramento e provo a farlo giorno dopo giorno”.

Non mancheranno le possibilità di test

Lo stesso quotidiano spagnolo ha riportato che il due volte campione del mondo di Formula 1 e campione del WEC 2019 durante questi due ultimi mesi e mezzo di attesa avrà la possibilità di mettere in atto test (almeno altre due sessioni) e ulteriori presenze in gara. Non sarà raro vedere Alonso e Coma in alcune prove del campionato Saudi Desert Rally Championship, in modo da avvicinare le sensazioni di guida a quelle che riscontrerà durante la prossima Dakar.

Dakar Fernando Alonso - 2

Tra le opzioni migliori del campionato citato ci potrebbero essere l’Ula Neom Rally del 4-9 novembre e lo Sharquiya Rally del 5-7 dicembre. Tuttavia non c’è ancora nulla di certo visto che il percorso di test avviato da Alonso servirà a comprendere se la Dakar può davvero essere corsa per realizzare un risultato di rilievo. D’altronde lo standard di Fernando è noto a tutti, la competizione per vincere è nel suo sangue.

Il team Toyota Gazoo Racing South Africa (al quale Fernando è comunque legato) sta già finendo di assemblare una nuova Hilux per l’asturiano, in modo da portarla in gara durante le prossime uscite di test permettendo di testarla prima di gennaio. Ma considerando che sarebbe comunque la prima volta alla Dakar, un risultato interessante potrebbe dare lustro all’impresa al raid.

Attenzione all’istinto

Fernando ha già detto comunque di non essere sicuro sulla Dakar, “Ci penserò tra qualche giorno, parlerò con la squadra e prenderò la decisione migliore. Devo anche ai prossimi mesi, quale sarà la preparazione necessaria per arrivare al 100% ed essere il più competitivo possibile, se decidessimo di andare”.

Dakar Fernando Alonso - 3

Difatti l’impresa non è così semplice. Per chi proviene dalla pista, cimentarsi in un rally raid non è così semplice. Cambia tutto. E Fernando lo ha spiegato bene “i punti dove migliorare sono tanti, dal leggere bene il terreno agli ostacoli che hai intorno. Anche l’attraversamento di molti fiumi in questo rally: dove l’istinto mi diceva di passare da un lato e tutte le tracce andavano da un’altra parte. Ho provato a seguire le piste battute di chi ne sa di più. Certe cose devo portarle io, avere un po’ di ritmo in più. Con Marc miglioreremo a poco a poco”.

Ci sarà quindi da aspettare qualche settimana per capire come andranno le cose e se arriverà una conferma ufficiale (o meno) sul programma.

L'autore

Guardo alle sfide del settore automotive con grande attenzione e al motorsport (anche quello minore) con approccio critico, da appassionato. Cerco di trasmettere questo in ciò che scrivo ogni giorno.
    Potresti essere interessato a:
    Motorsport

    Flavio Briatore: “Leclerc pronto per il titolo”

    Motorsport

    Formula 1: solo 4 Team d’accordo per il Regolamento 2021

    Motorsport

    McLaren quarta forza del Mondiale

    Motorsport

    Robert Kubica: calvario Suzuka (e non solo)

    in questo momento ti trovi Offline