Max Verstappen: a cuore aperto

Motorsport
Max Verstappen - 1

Parla Max Verstappen e lo fa a tutto campo su questa e sulla Formula 1 che verrà. Ma no, il motorsport non è uno sport come gli altri. Forse la Formula 1 è ancora peggio, lo è di certo se corri per vincere (chi non lo farebbe?) ma vinci poco o forse niente. Non per merito tuo ma perché la tua vettura non è tra quelle più interessanti del lotto. In Formula 1 è sempre stato così e probabilmente sarà per sempre così.

Chi ha la vettura migliore molte volte non può essere sopravanzato da chi dispone di una monoposto inferiore, per questo il confronto sul livello dei piloti non è mai facile. Oggi in Formula 1 si sta aprendo una pagina parecchio interessante che contrappone due generazioni e con queste speranze e virtù. I leoni della vecchia guardia, come Sebastian Vettel e Lewis Hamilton, devono vedersela i nuovi della classe. Su tutti i soliti Max Verstappen e Charles Leclerc, entrambi dotati di un talento indiscutibile.

Max Verstappen - 2

Max Verstappen (e anche Jos) è scettico

In base a quanto visto fino a questo momento, l’idea di vedere un 2020 con Mercedes, Ferrari e Red Bull disporre di armi pressoché pari è viva negli appassionati. Ma difficile da realizzare nella realtà. Lo sa benissimo Max Verstappen che guardando al 2020 ha detto al quotidiano De Telegraaf che “prima di Singapore, pensavo di poter competere per il titolo il prossimo anno. Ora, non credo proprio”. Gli fa eco il padre Jos alla televisione olandese Ziggo Sport: “la performance della Red Bull è preoccupante. Non possiamo fare nulla: dipendiamo dalle fortune del team. Sia come motore e sia come monoposto, siamo rimasti indietro. La Red Bull ha avuto tutto l’anno per chiudere il distacco, ma non ci siamo arrivati nemmeno vicini. Dunque perché dovrebbero farcela l’anno prossimo? Sono davvero preoccupato per questo. Parleremo con il team per capire cosa potrebbe essere fatto, ma al momento quello che viene messo in campo non è abbastanza buono“.

Max Verstappen - 3

Tuttavia Max Verstappen, duro e crudo com’è, non ha fatto a meno di recitare la parte di chi sa quanto vale. Senza alcun timore: “Penso che sia noto il fatto che ho ottenuto prestazioni migliori rispetto al livello della mia auto quest’anno. Le persone spesso pensano che la Red Bull sia alla pari con gli altri, ma siamo un po’ più indietro di quanto sembri“.

Fino a questo momento l’olandese ha portato a casa due vittorie, una in Austria e l’altra in Germania, tirando fuori dal cappello prestazioni di grande spessore non particolarmente coadiuvate dalla propria monoposto. Sebbene in questo momento il Mondiale Piloti lo pone al quarto posto, a sole tre lunghezze da Charles Leclerc, Verstappen ha goduto a lungo della terza posizione.

Due parole per Hamilton e Leclerc

Sebbene il rivale vero di Max Verstappen sia proprio Leclerc, sin da quando i due correvano con i kart, l’olandese ha condotto ottime battaglie anche col buon vecchio Hamilton. Per entrambi il Verstappen Pensiero ha riservato quindi questa frase: “Se mi trovassi nella stessa macchina di Lewis o Charles, sento che sarei due decimi più veloce“.

Gli fa eco il padre Jos che non smette di lanciare frecciatine alla Red Bull (starà forse meditando su un possibile cambiamento?): “Mettete Max in una buona macchina e lotterà per vincere. La situazione in cui è ora non è assolutamente legata a sue colpe, il che rende tutto più difficile. Il team deve davvero cambiare le cose e mettersi al lavoro, altrimenti anche il 2020 sarà un anno perso. Al momento non sembra proprio che la Red Bull potrà competere per il mondiale né ora né l’anno prossimo“.

Il futuro della Formula 1

Mancano poche settimane per conoscere ogni dettaglio sul regolamento tecnico 2021, che sarà pubblicato a breve. Non sono pochi nel paddock quelli che provano a capire quali possono essere gli elementi in grado di incrementare lo spettacolo e l’interesse verso la Formula 1. Lo ha fatto pure Max Verstappen che su Exact Life ha fatto emergere anche qualche perplessità.

“Rispetto al mio primo anno in Formula 1, ora le vetture sono più veloci e più divertenti da guidare. Questo è il miglior cambiamento secondo me, nonostante i sorpassi siano più difficili. In ottica 2021, invece, credo che ci si sia mossi nella giusta direzione. Va bene ridurre un po’ la velocità attuale, ma secondo me avremmo bisogno di auto più leggere, anche se con la tecnologia ibrida delle power unit è molto complesso. Sulla standardizzazione di alcune parti meccaniche, penso che da un lato sia corretto per cercare di uniformare le prestazioni, ma dall’altrla Formula 1 è popolare anche per la battaglia tecnologica che c’è dietro, importante anche per lo sviluppo delle auto stradali”.

Max Verstappen - 4

Un altro punto caldo è rappresentato dalla possibile rivoluzione che investirà le qualifiche. Ecco il punto di vista dell’olandese: “Abbiamo avuto un incontro con Liberty Media in cui abbiamo parlato molto di ciò che vorremmo noi come piloti. Nulla è stato deciso, ma non vogliamo qualcosa in stile wrestling americano in cui tutto sia artificiale e falso. Abbiamo insistito molto su questo punto e penso che le qualifiche siano belle così come sono ora. Onestamente non saprei come migliorare questo format”.

Caro Max, non dovrai pensarci tu a migliorare la Formula 1. Piuttosto prova ad ottenere una vettura di prim’ordine che forse molte volte torna utile. E a noi piacerebbe vederti battagliare costantemente per le prime posizioni.

L'autore

Guardo alle sfide del settore automotive con grande attenzione e al motorsport (anche quello minore) con approccio critico, da appassionato. Cerco di trasmettere questo in ciò che scrivo ogni giorno.
    Potresti essere interessato a:
    Motorsport

    Niente Formula 1 in Germania, nel 2020

    Motorsport

    Flavio Briatore: “Leclerc pronto per il titolo”

    Motorsport

    Formula 1: solo 4 Team d’accordo per il Regolamento 2021

    Motorsport

    McLaren quarta forza del Mondiale

    in questo momento ti trovi Offline