Alfa Romeo Giulia
Alfa Romeo Giulia

L’esordio di Alfa Romeo Giulia negli Stati Uniti, avvenuto nella seconda metà dello scorso mese di gennaio 2017 sembra essere andato nel migliore dei modi per la casa automobilistica del Biscione. Basti pensare che il brand milanese di Fiat Chrysler Automobiles in appena due mesi nel 2017 è riuscito a vendere già un numero di unità maggiore di quanto avvenuto in tutto il 2016. L’anno scorso infatti in America l’unico veicolo commercializzato dalla casa automobilistica milanese era Alfa Romeo 4C che da sola è riuscita a vendere appena 516 vetture. Quest’anno invece le cose sono andate molto meglio infatti in appena 2 mesi sono state vendute 551 unità.

Di queste unità vendute ben 481 sono Alfa Romeo Giulia. le cose per il Biscione dovrebbero migliorare ulteriormente nel corso dei prossimi mesi quando finalmente il numero di Giulia distribuite negli Stati Uniti aumenterà e inoltre la berlina di segmento ‘D’ del Biscione sarà affiancata anche dal primo Suv nella storia ultra centenaria della casa di Arese: Alfa Romeo Stelvio. Quando questo avverrà è facile ipotizzare che i numeri attuali saranno letteralmente polverizzati da incrementi record.

Gli Stati Uniti del resto insieme alla Cina sono considerati come i mercati fondamentali in cui il Biscione è chiamato a fare bene con le sue nuove vetture se davvero ha intenzione di raggiungere l’obiettivo delle 400 mila immatricolazioni annue, così come preannunciato più volte dai dirigenti di Fiat Chrysler Automobiles ed in primis dal numero uno, l’amministratore delegato Sergio Marchionne.

Leggi anche: Alfa Romeo Giulia: la sua pubblicità la più trasmessa durante le World Baseball Classic 2017

Alfa Romeo Giulia
Alfa Romeo Giulia: grazie a lei il Biscione incrementa notevolmente le vendite negli USA

Leggi anche: Alfa Romeo Giulia: salta il PR in Spagna per la sconfitta della berlina a Car Of The Year

Vedremo dunque se davvero Alfa Romeo in futuro grazie a Giulia e Stelvio riuscirà a raggiungere i livelli di vendita sperati negli Stati Uniti, un paese in cui anche dal punto di vista del marketing di certo FCA non sta limitando le spese per sponsorizzare la nuova Alfa Romeo Giulia.