Alfa Romeo Stelvio Cassino
Alfa Romeo Stelvio Cassino

Sembra non avere pace lo stabilimento Fiat Chrysler di Cassino dove vengono prodotte le auto di Alfa Romeo. L’impianto infatti sarà sottoposto ad altri giorni di cassa integrazione alla fine del mese di gennaio 2019 dopo quelli annunciati nei giorni scorsi. A causa del calo della domanda per le auto che vengono prodotte in quella fabbrica che nello specifico sono Giulia, Giulietta e Stelvio, lo stabilimento chiuderà i battenti dal 24 gennaio sino al successivo 2 febbraio. Ricordiamo che ad inizio gennaio sino a giorno 15 altra cassa integrazione era stata prevista per il sito produttivo del gruppo Fiat Chrysler. Questo significa che a gennaio nell’impianto ciociaro si lavorerà molto poco.

Lo Stop dal 24 gennaio al 2 febbraio non riguarderò tutti i 4 mila dipendenti dello stabilimento ma solo quelli che si occupano della produzione di Alfa Romeo Giulietta. Per gli altri invece lo stop durerà dal 29 gennaio sino al 2 febbraio. Tra l’altro questa situazione si dovrebbe ripetere molte volte nel corso del 2019 in mancanza di novitò importanti per lo stabilimento. Cassino dovrà aspettare almeno fino al 2020 per vedere arrivare nuovi modelli. Tra questi spiccano le versioni ibride di Stelvio e Giulia e il nuovo suv compatto di Maserati. Sul calo della domanda di veicoli prodotti a Cassino nel 2019 dovrebbe influire anche l’Ecotassa del governo italiano che andrà ad aumentare i prezzi di alcuni modelli di Giulia e Stelvio prodotti nella fabbrica.