Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio Romeo Ferraris

L’Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio è la versione più sportiva della berlina di casa Alfa Romeo. Si tratta di un modello che in quasi tre anni è riuscito a rilanciare il brand grazie ad un mix unico di sportività ed eleganza che è valso alla Giulia premi e riconoscimenti praticamente in ogni continente.

A rendere ancora più estremo il progetto dell’Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio ci pensa il tuning di Romeo Ferraris che interviene sia sul comparto tecnico che sull’estetica, impreziosendo interni ed esterni con diversi dettagli inediti che vanno ad accentuare il carattere sportivo della berlina.

Il 2.9 V6 biturbo della Giulia Quadrifoglio viene potenziato dall’elaborazione di Romeo Ferraris e viene portato ad una potenza massima di 598 CV (+88 CV rispetto al modello originale) mentre la coppia motrice sale a 740 Nm (+140 Nm rispetto alla versione di serie). Il potenziamento delle prestazioni è legato alla mappatura della centralina ed all’installazione dell’impianto di scarico completo Ragazzon con catalizzatori a 200 celle.

L’upgrade del propulsore si traduce in un incremento della velocità massima che sale a  317 km/h (+10 km/h) ed un miglioramento dell’accelerazione 0-100 km/h completata ora in 3,5 secondi (-0,4 secondi rispetto al modello originale). La berlina sportiva di casa Alfa Romeo presenta un assetto modificato con cerchi OZ Hyper GT HLT da 20″, distanziali da 15 mm anteriori e 35 mm posteriori e il kit di molle e ammortizzatori Bilstein.

La versione realizzata da Romeo Ferraris dell’Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio può contare, inoltre, su terminali di scarico realizzati con finali in fibra di carbonio opaca. Anche lo splitter anteriore, gli specchietti e le maniglie presentano una finitura in carbonio mentre all’interno dell’abitacolo inserti in fibra di carbonio vengono proposti per la plancia, i pannelli delle porte ed il volante.

Il tuning di Romeo Ferraris conferma l’anima sportiva di un progetto destinato a diventare parte integrante della storia delle quattro ruote oltre che elemento fondamentale del piano di rinascita di Alfa Romeo che, di mese in mese, continua ad espandersi su scala internazionale.