Fiat Chrysler
Fiat Chrysler

Nei giorni scorsi molto rumore aveva fatto l’indiscrezione secondo cui il gruppo italo americano Fiat Chrysler Automobiles stesse pensando ad uno spin-off di Maserati o Alfa Romeo per azzerare o quasi il debito che grava sul gruppo. Oggi Sergio Marchionne, numero uno del gruppo italo americano ha voluto dire la sua sulla questione. Il Ceo di FCA ha smentito categoricamente l’idea che una cessione di uno di questi brand possa essere presa in considerazione dalla sua società. Del resto non avrebbe molto senso, visto e considerato che uno degli obiettivi primari del gruppo per i prossimi anni è proprio quello di rilanciare in grande stile i due brand nel mondo dei motori.

Sergio Marchionne conferma che non ci sarà alcuna cessione clamorosa in Fiat Chrysler

Dunque Maserati e Alfa Romeo sono destinate a rimanere in Fiat Chrysler. Altrettanto però Sergio Marchionne non si sente di prometterlo a Magneti Marelli. Di una possibile cessione della società italiana controllata da FCA del resto si era già parlato negli scorsi mesi. Oggi Sergio Marchionne non ha confermato che Magneti sarà ceduta ma ha ammesso che a differenza degli altri due brand questo non viene considerato come essenziale per il futuro di Fiat Chrysler.

Leggi anche: Alfa Romeo Giulia Sportwagon: Marchionne frena sulla produzione ‘Precedenza ai SUV

Fiat Chrysler
Fiat Chrysler: nessuna cessione per Alfa Romeo o Maserati, parola di Sergio Marchionne

Leggi anche: Fiat Chrysler Mirafiori: diventa polo del lusso col nuovo Suv Alfa Romeo?

Magneti Marelli non essenziale per il futuro di FCA

Si tratta dunque di un’importante smentita da parte di Sergio Marchionne. Le voci che parlavano di una cessione clamorosa da parte di Fiat Chrysler avevano molto allarmato i fan di Maserati e Alfa Romeo. Oggi invece le parole di Marchionne hanno rassicurato tutti, tranne ovviamente chi spera che anche Magneti Marelli rimanga italiana.