Tempo di lettura: 1 minuto
Aston Martin DBX

Il 2019 dovrebbe essere l’anno giusto per conoscere il primo suv di Aston Martin. Il modello dovrebbe disporre di uno stile frontale dominato dalla griglia della firma di Aston simile nella forma a quello trovato sull’ultimo Vantage. I fari sottili, i parafanghi pompati e il tetto sporgente completano l’aspetto aggressivo. Lateralmente Aston Martin DBX rivela pannelli di porta profondamente scolpiti e una linea di spalla cesellata. Una zona posteriore dallo stile muscoloso, luci a led eleganti e doppi scarichi completano il look posteriore.

Al momento del lancio, ci si aspetta che il nuovo Aston Martin DBX disponga del motore V8 biturbo da 4,0 litri, lo stesso che si trova sotto il cofano di Vantage e DB11. Questo motore eroga una potenza di 503 cavalli e una coppia di 685 Nm, accoppiati a una trasmissione automatica ZF a otto velocità.

In un secondo momento, sarà offerto anche il V-12 twin-turbo di Aston. Le varianti entry level potrebbero usare unità a sei cilindri di Mercedes-Benz accoppiate con un sistema ibrido leggero da 48 volt. Un modello completamente elettrico può anche entrare in funzione con un nuovo sistema di azionamento elettrico.

Quando arriverà sul mercato il nuovo Aston Martin DBX dovrà fare i conti con rivali del calibro di Maserati Levante, Porsche Cayenne, Bentley Bentayga, Jaguar F-Pace e Lamborghini Urus. Come dicevamo il debutto dovrebbe avvenire nel 2019 mentre la sua commercializzazione molto probabilmente nel 2020.