Audi: 600 mila vetture richiamate negli USA

Audi
Audi

I problemi di Volkswagen sembrano essere infiniti. Scandalo emissioni e pesanti multe a parte, la casa automobilistica sta ora affrontando un enorme richiamo. Secondo una relazione della AFP , la casa automobilistica tedesca sta per richiamare più di mezzo milioni di veicoli negli Stati Uniti a causa di difetti che potrebbero causare incendi o malfunzionamenti nell’airbag. Quasi 600.000 vetture sono interessate dal richiamo, la maggior parte di loro sarebbe targata Audi.

Il richiamo è stato emesso Sabato, dopo che un certo numero di incidenti erano stati segnalati in Cina e Israele. Per fortuna, nessun decesso sarebbe stato ancora segnalato negli Stati Uniti a causa di questo problema. La National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA) ha annunciato ciò sul suo sito web. Al fine di garantire che negli Usa continuino a non esserci incidenti o vittime per tale problema, le concessionarie dovranno fare le necessarie riparazioni e sostituzioni delle parti incriminate in maniera totalmente gratuita.

Le auto colpite dal richiamo sono tutte realizzate tra il 2011 e il 2017. Tra i modelli ricompresi nel richiamo abbiamo  numerosi modelli di Audi A5s, che a quanto pare soffrirebbero di problemi di corrosione che interessano l’attivazione degli airbag, così come A4s, A6s. Nella lista presenti anche le Q5s prodotte dopo il 2012, modelli che hanno pompe di raffreddamento difettose che possono causare incendi.

Nel lotto anche alcune Q7 di produzione recente per problemi di implementazione airbag e cinture di sicurezza difettose. Nel richiamo ricomprese anche auto Volkswagen, Golf, e-Golf, e Tiguan anche queste vetture hanno difetti all’airbag che possono causare potenziali problemi  a causa del possibile pericolo di incendio.

Audi

Audi

Leggi anche: Mercedes: il futuro design della casa tedesca emerge da un concept

Non è chiaro se gli airbag difettosi siano stati prodotti da Takata, l’azienda giapponese che si trova nel mezzo del più grande richiamo di prodotti mai condotto in decine di Stati degli USA su milioni di airbag sotto di richiamo, problema che ha causato quasi una dozzina di persone morte in incidenti.

 

 

About author

Laureato in Giurisprudenza, appassionati di motori, esperto di tutto quello che riguarda Alfa Romeo.
    Related posts
    Audi

    Audi celebra i 25 anni della gamma RS e conferma due nuovi modelli per il 2019

    Audi

    Audi A3: la nuova generazione è pronta al debutto, ecco le ultime indiscrezioni

    Audi

    Audi S8: nuova variante mild hybrid per l'ammiraglia sportiva tedesca

    Audi

    Audi R8: il V10 potrebbe tornare anche con la terza generazione

    Lascia un commento