Audi

Lo sviluppo delle auto a guida autonoma è ben avviato in numerose case automobilistiche e aziende tecnologiche. All’interno del gruppo Volkswagen è Audi a suonare la carica. Il marchio di Ingolstadt ha creato una società start-up denominata Autonomous Intelligent Driving, o AID, circa un anno e mezzo fa. La società è stata incaricata di lavorare su ogni aspetto della futura tecnologia di guida autonoma, inclusi software, hardware, mappe, calibrazione e altro ancora.

A guidare la squadra è Karlheinz Wurm, l’amministratore delegato dell’azienda. Un’intervista con Wurm pubblicata sul sito web di AIM offre alcune informazioni sull’amministratore delegato e sulla missione dell’azienda. Wurm proviene dalla consociata Microsoft Skype, dove ha svolto un ruolo importante nel rendere le videochiamate disponibili a tutti con accesso a Internet. Dopo 12 anni su Skype, ha deciso di prendere il timone di AID dove spera di portare la tecnologia delle auto a guida alle masse, proprio come ha fatto con le videochiamate.

Wurm ha detto che le auto a guida autonoma rivoluzioneranno il modo in cui si spostano le persone nelle città e AIM vuole consentire ai produttori di automobili e ai fornitori di mobilità, come Uber e Lyft, di guidare autonomamente negli ambienti urbani. Ha detto che le auto a guida autonoma forniranno la mobilità per gli anziani e un trasporto sicuro per i giovani. Secondo Wurm, ridurranno anche la congestione del traffico e renderanno più produttivo il tempo trascorso nel traffico.

L’AID ha l’obiettivo di portare sul mercato un veicolo totalmente senza conducente entro il 2021, in linea con gli obiettivi di altre case automobilistiche. Alcuni, come la General Motors, hanno detto che dispiegheranno una flotta di auto a guida autonoma per un servizio di condivisione del viaggio nel 2019. Google Waymo ha lanciato il primo servizio di condivisione del viaggio a pagamento nell’area del Phoenix all’inizio del mese di dicembre a piloti selezionati con una base limitata.