In casa Audi è iniziato il processo di trasformazione della gamma che, in futuro, sarà sempre più indirizzata verso l’elettrico, seguendo quello che è oramai un trend di mercato ben definito. Dopo il lancio della e-tron, la SUV elettrica che arriverà in Italia da febbraio con un prezzo superiore agli 80 mila Euro, Audi lavora a diversi altri progetti tra cui troverà spazio anche un SUV compatto elettrico sviluppato partendo dalla piattaforma MEB, la stessa su cui Volkswagen sta realizzando la sua gamma di elettriche ID.

Il nuovo SUV compatto a zero emissioni di Audi è destinato a diventare il punto di riferimento della gamma elettrica della casa dei quattro anelli, almeno per quanto riguarda i volumi di vendita che, grazie anche ad un prezzo sensibilmente contenuto rispetto ai modelli più grandi, potrebbero risultare, sin da subito, molto positivi.

Secondo le prime indiscrezioni, il nuovo progetto di Audi verrà presentato, sotto forma di concept car, nel corso del 2019 per poi arrivare in versione definitiva “da produzione” nel 2020. Il lancio commerciale del nuovo SUV compatto potrebbe ultimarsi nel corso del 2021 con l’avvio delle vendite in tutti i principali mercati internazionali.

Il nuovo SUV compatto sarà un progetto completamente differente dall’e-tron, un SUV da quasi 5 metri, basato sulla più grande piattaforma MLB, che può contare su oltre 400 CV di potenza massima in modalità overboost.

Il nuovo modello di Audi verrà sviluppato con l’obiettivo di rendere il più accessibile possibile la gamma elettrica della casa tedesca pur conservando il carattere premium e la possibilità di offrire contenuti più completi e ricercati rispetto agli altri modelli a zero emissioni del gruppo Volkswagen. Il marchio Volkswagen, così come Skoda e Seat, infatti, utilizzeranno la piattaforma MEB per realizzare veicoli elettrici non premium in grado di poter garantire importanti volumi di vendita.