Audi RS7 Sportback: la blindata più veloce

Audi
Audi RS7 Sportback

Da oggi c’è un’auto blindata più veloce al mondo. Lo professa Add Armor, presentando l’Audi RS7 Sportback. Il risultato è quello che potete vedere nella galleria in fondo all’articolo: un siluro terra-aria in grado di sviluppare 760 Cv di potenza, raggiungere i 320 km/h e compiere il passaggio 0-100 in 2,9 secondi. E la parte migliore non è stata ancora detta, infatti la tedesca vanta al proprio interno una serie di accessori supertecnologici, che soddisferebbero anche l’agente 007.

Non irromperà ad Hollywood ma chi l’ha ordinata – il nome è naturalmente top secret – è qualcuno che ama circolare sulle strade, minimizzando i rischi. Oltre a elaborare il veicolo, Add Armor, uno delle maggiori autorità in sicurezza, fornisce un ‘package protection’ con personale addestrato. Per completare il gioiello uscito dalla sua carrozzeria di Jackson (Wyoming) ha chiesto una mano ad Apr, tuner connazionale che modifica i motori del gruppo Volkswagen, nello specifico il rodato V8 4 litri biturbo che nella versione Performance sviluppa 605 Cv.

Audi RS7 Sportback by Add Armor: chi è APR, il tuner addetto alle prestazioni

Molti di voi probabilmente hanno sentito parlare di APR. È una factory con sede in Alabama specializzata nello sviluppo di programmi di prestazioni per modelli Audi e Volkswagen. Alcuni dei suoi lavori passati includono progetti di messa a punto per la Audi R8 V10, la Volkswagen Golf GTI e persino la Volkswagen Atlas lanciata di recente. Al SEMA Auto Show 2018 di Las Vegas, l’APR ha presentato la Volkswagen Golf RLMS da 536 cavalli, così prestante e veloce da poter rubare i soldi del pranzo della Nissan GT-R e Godzilla non sarebbe stato in grado di fare nulla per fermarla. APR non è il tipo di partner con cui scherzare.

Minimo aumento di peso

Eppure, toccare le prestazioni sopra enunciate sarebbe impossibile se la carrozzeria appesantisse il veicolo. Add Armor annuncia di averla costruita appesantendola di appena 91 kg, utilizzando, al posto della placcatura in acciaio, un composto in policarbonato. Questo materiale, a detta del fornitore, peserebbe il 60 in meno dell’acciaio balistico, ma risulterebbe dieci volte più resistente. Dunque, influisce in misura impercettibile sul comportamento stradale, anche se assicura il livello protettivo B4. Insomma, i colpi di una 9 mm, una 38 Speciali, una 357 Magnum o una 44 Magnum non la scalfiscono. E volendo può elevarsi allo standard massimo B7: neanche un cecchino dotato di un fucile perforante con proiettili calibro .30-06 AP farà il minimo graffio.

Kit super

In aggiunta alle finestrature antiproiettile (ottenute con una fusione di vetro balistico e policarbonato) qui scontate, l’Audi RS7 Sportback vanta un allestimento futuristico: protezioni anti-speronamento, maniglie elettrificabili, speciali luci difensiva, una sirena da 120 decibel, gomme run-flat, ugelli che spruzzano uno spray urticante al pepe, un sistema che aziona una cortina di fumo… Ciliegina sulla torta, un sistema satellitare di sorveglianza degli occupanti, mediante i loro smartphone, attivo h 24 e in ogni angolo del pianeta. Con tutto questo ben di Dio, il prezzo pari a 205mila dollari (circa 183mila euro) non sorprende mica.

 

 

 

 

 

 

Related posts
Audi

Audi AI:TRAIL quattro: il fuoristrada che viene dal futuro

Audi

Audi A5 viene aggiornata con un interessante restyling di metà ciclo

Audi

Audi chiude agosto con circa 150.100 automobili consegnate

Audi

Audi prevede il debutto mondiale della RS3 Sportback entro la fine di settembre