Audi

Audi sta riversando miliardi nei suoi sforzi per portare sul mercato la tecnologia delle auto a guida autonoma. La casa automobilistica di Ingolstadt in particolare, prevede di spendere quasi 16 miliardi di dollari in soluzioni elettriche, di mobilità e di guida autonoma da qui al 2023. La società tedesca che fa parte del gruppo Volkswagen prevede di avviare un servizio di taxi a guida autonoma entro il 2021. Gran parte di questi fondi entreranno nella sua unità di guida autonoma intelligente (AID), una controllata di Audi.

Lanciato meno di due anni fa, AID sta cercando di costruire un’automobile autonoma di livello 4, il che significa che il veicolo potrà guidare completamente da solo in aree specifiche. Sebbene il marchio tedesco al momento abbia solo 12 veicoli che testano la tecnologia su strade pubbliche, questo non significa che la sua ricerca sia ancora in fase embrionale. Un esempio di ciò è rappresentata dalla berlina Audi A8 considerata la vettura di guida autonoma più avanzata per la vendita ai consumatori, con una valutazione di livello 3.

Quindi pensare che Audi sia indietro in questo settore non è assolutamente corretto. Invece di guadagnare terreno nel mondo della guida autonoma tramite acquisizioni, come GM con Cruise e Ford con Argo, la società tedesca ha costruito AID da zero.Una volta che Audi sarà in grado di costruire un veicolo autonomo di livello 4, il primo obiettivo sarà quello di avviare un servizio di guida autonomo di taxi. Dopodiché, Alexandre Haag, l’ufficiale tecnologico principale di AID, afferma che l’obiettivo diventerà quello di estendere la tecnologia all’intera gamma.