Bmw

Vendite in calo dagli Stati Uniti per Bmw. La celebre casa automobilistica tedesca non sta vivendo un buon momento in Nord America come dimostrano i dati ufficiali di vendita che dimostrano come in questo 2016 le immatricolazioni si sono ridotte sensibilmente rispetto a quanto ottenuto nel corso degli scorsi anni. Anche questa è probabilmente una conseguenza del dieselgate che negli Stati Uniti ha colpito il gruppo Volkswagen finendo però per travolgere tutte le altre case tedesche associate al problema che ha fatto perdere la proverbiale affidabilità tipica dei prodotti provenienti dalla Germania. Il dieselgate dunque pare aver lasciato strascichi maggiori rispetto a quanto avvenuto in altre parti del pianeta.

Bmw in calo negli Stati Uniti in questo 2016

Qui infatti a differenza di quanto avviene negli altri continenti segnaliamo un calo del 7,7% di Bmw rispetto a quanto ottenuto nello stesso periodo del 2015. Sono state in tutto 412.973 le unità di Bmw e Mini vendute negli Stati Uniti fino a questo momento. Questo risultato della casa tedesca è in contro tendenza rispetto ai risultati che provengono da Messico e Canada. Nel paese centro americano il gruppo teutonico cresce del 13,2 per cento, mentre in Canada la crescita è pari a +5,8 per cento. In Europa crescite a doppia cifra un pò in tutti i principali mercati europei e questo vale sia per il mese di novembre che più in generale per i primi 11 mesi dell’anno.

Leggi anche: Mercedes: ecco tutte le novità che vedremo nel 2017

Bmw
Bmw: calo sensibile negli Stati Uniti

Leggi anche: Mercato Auto: in Italia immatricolazioni +8,2% a novembre

Il calo di Bmw negli Usa  è ancora più forte a novembre, dove la casa automobilistica tedesca ha perso il 13,5 per cento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Un segno certamente poco incoraggiante che fa temere che l’anno si possa chiudere nel peggiore dei modi.