BMW M3 sarà più leggera e produrrà 465 cavalli

BMW
BMW M3 CS

La BMW M3 di prossima generazione, prevista per il lancio nel 2020, dovrebbe utilizzare una versione ampiamente aggiornata del motore a sei cilindri in linea da 3,0 litri che produce circa 465 cavalli. I funzionari di Bmw presenti al Salone dell’automobile di Parigi 2018, incluso il capo dell’azienda Harald Krüger, hanno confermato che una nuova M3 era in fase di sviluppo, anche se non hanno voluto fornire dettagli. Resta inteso, tuttavia, che agli ingegneri è stato dato l’obiettivo di dare alla nuova M3 un potenziamento di potenza rispetto alla M3 CS , che era capace di una potenza di 454 CV.

Si ritiene che le prestazioni aggiuntive deriveranno probabilmente dall’utilizzo di un sistema di iniezione dell’acqua, come quello utilizzato dalla M4 GTS, per consentire temperature del cilindro ridotte per un funzionamento più efficiente. L’unico ostacolo a questo sistema sembra infatti che sia stato superato. Il peso aggiuntivo del sistema di iniezione dell’acqua è minimo e difficilmente comprometterà l’obiettivo della BMW di rendere l’auto più leggera rispetto ai 1.585 kg della M3 CS. Questo grazie ai risparmi già realizzati con la struttura di base della nuova Serie 3, oltre ai potenziali benefici dell’uso di parti in fibra di carbonio, compreso il tetto.

Si ritiene che sia stato imposto il veto al sistema a quattro ruote motrici, simile a quello utilizzato sull’M5 e a qualsiasi forma di elettrificazione, poiché aggiungerebbero troppo peso, complessità e costi. Tuttavia, le relazioni persistenti suggeriscono che la Bmw M3 del 2020 potrebbe essere l’ultimo modello M senza una qualche forma di elettrificazione, il che è necessario a causa della crescente priorità di raggiungere obiettivi di CO2 media della flotta.

Non ci sono ulteriori dettagli sulle potenziali prestazioni della nuova Bmw M3, ma l’auto più leggera e potente dovrebbe accelerare da 0 a 100 più velocemente dei 3.9 secondi dell’attuale modello. Il modello sarà venduto con una scelta di cambio manuale a sei marce o automatico a otto rapporti opzionale, ma l’auto consentirà prestazioni migliori grazie alle nuove tecnologie che adotterà.

L'autore

Ippolito per gli amici Lito, nasce a Monza. Laureato alla Bocconi in ingegneria meccanica. Appassionato di giornalismo in breve tempo scrive su noti portali Automotive Italiani ed esteri. Seguo in modo accurato tutto il settore Automotive News. Appassionato di Motori ed in particolare di Formula 1.
Potresti essere interessato a:
BMW

BMW Serie 4: la nuova generazione si svela

BMW

Nel luglio 2019, le vendite di auto elettriche plug-in del BMW Group hanno superato di poco le 10.000 unità

BMW

BMW porta la carica induttiva in America

BMW

BMW 225xe: il range elettrico aumenta