BMW aumenterà il suo impegno per l’auto elettrica a breve termine. Oltre alla nuova i3, il marchio bavarese introdurrà presto una gamma completamente nuova di auto a emissioni zero. In vista del boom della domanda per questo tipo di veicolo, la casa bavarese cerca di garantirsi la fornitura di cobalto, un materiale necessario per la produzione di batterie per auto elettriche.

BMW prevede di acquistare cobalto dal Marocco e dall’Australia. Inoltre, l’azienda vuole fare un ulteriore passo avanti e acquisire direttamente nelle miniere questo prezioso materiale con l’obiettivo di evitare il lavoro minorile, una misura inquadrata nella filosofia del lavoro che sta seguendo l’azienda. Avere una fornitura di cobalto garantita sarà fondamentale nei piani del marchio per il prossimo decennio.

Andreas Wendt, membro del Consiglio di amministrazione di BMW, ha confermato che il cobalto che sarà acquistato da questi due paesi sarà utilizzato per la produzione delle batterie che verranno utilizzate dalla prossima generazione di auto elettriche della società tedesca che arriveranno sul mercato a partire dal 2020.

Attualmente l’azienda è concentrata nello sviluppo di tre vetture a zero emissioni: iX3, i4 e iNEXT. Per quanto riguarda il cobalto di origine australiana, secondo un media specializzato, BMW ha raggiunto un accordo con Glencore e il cobalto verrà estratto dalle miniere Murrin Joint Venture, a est di Leonora.