Harald Krüger non cercherà un secondo mandato come CEO di Bmw

BMW

Il presidente del consiglio di amministrazione della BMW AG, Harald Krüger, ha comunicato oggi che non cercherà un secondo mandato. Il presidente del Supervisory Board, il dott. Norbert Reithofer, ha pieno rispetto e comprensione per la sua decisione. Il Supervisory Board affronterà la questione di un successore nel corso della sua prossima riunione, il 18 luglio 2019. 
Krüger: “Mi piacerebbe perseguire nuovi sforzi professionali”.

“Il BMW Group è la mia casa professionale da oltre 27 anni. Dopo più di dieci anni nel Board of Management, più di quattro dei quali come CEO, vorrei perseguire nuovi sforzi professionali e sfruttare la mia esperienza internazionale diversificata per nuovi progetti e iniziative “, ha affermato Krüger. “Negli ultimi anni, l’industria automobilistica è stata modellata da enormi cambiamenti, che hanno comportato una trasformazione maggiore rispetto ai precedenti 30 anni. 

Ciò ha richiesto enormi sforzi da parte di ogni dipendente all’interno dell’azienda. Per il loro eccezionale impegno, vorrei ringraziare personalmente ognuno di loro. È sempre stato un vero onore per me lavorare con questo team straordinario e impostare il BMW Group sulla strada verso un futuro di successo durante la trasformazione più significativa di questo settore “.

“Nel corso dell’ultimo quarto di secolo, Harald Krüger ha dimostrato una dedizione costante al BMW Group in tutte le varie posizioni che ha ricoperto. Vorrei esprimere la mia sincera gratitudine per il suo grande impegno personale. Ho completo rispetto e comprensione per la sua decisione e per i suoi ulteriori piani “, ha affermato il dott. Norbert Reithofer, presidente del Supervisory Board.

Harald Krüger ha assunto la posizione di Presidente del Consiglio di amministrazione di BMW AG dal Dr. Norbert Reithofer il 13 maggio 2015. Sotto la sua guida, la società ha proposto una strategia che ha permesso alla società tedesca di plasmare attivamente la trasformazione e la transizione verso una mobilità sostenibile del futuro. Con il più grande lancio di modelli nella storia dell’azienda, le consegne di veicoli hanno raggiunto nuovi massimi storici, mentre allo stesso tempo la società ha ampliato sistematicamente la propria strategia di elettromobilità. Entro il 2023, il BMW Group avrà 25 modelli elettrificati sulle strade.

Come presidente, Krüger ha ulteriormente rafforzato l’importanza delle partnership strategiche, in particolare nell’ambito di tecnologie innovative come la guida altamente automatizzata. Inoltre, il gruppo ha integrato con successo i suoi servizi di mobilità con l’entità YOUR NOW. Inoltre, la nostra società ha aumentato significativamente il suo ruolo di attore globale e, come prima società internazionale, sarà in grado di aumentare la sua quota nella Joint Venture cinese, BMW Brilliance Automotive, al 75%.

“Il BMW Group è un’azienda unica con una lunga tradizione, un grande spirito pionieristico e una passione per l’innovazione. Negli ultimi anni, abbiamo impostato il percorso strategico per guidare con successo il BMW Group nel futuro. Gli associati di tutto il mondo sono la più grande forza del nostro gruppo. Insieme, sono sulla strada della mobilità di domani e sono certo che riusciranno a plasmare il futuro della nostra industria e oltre “, ha affermato Krüger.

About author

Ippolito per gli amici Lito, nasce a Monza. Si laurea alla Bocconi in ingegneria meccanica. Appassionato di giornalismo in breve tempo scrive come Guest su noti portali Automotive Italiani ed esteri. Seguo in modo accurato tutto il settore Automotive News. Appassionato di Motori ed in particolare di Formula 1.
    Related posts
    BMW

    BMW Serie 2 Gran Coupé: nuove foto spia a pochi giorni dal debutto ufficiale

    BMW

    BMW iX3: emergono nuovi dettagli sul suv elettrico

    BMW

    BMW Serie 1: via alla produzione della nuova generazione, prezzi da 28.800 Euro

    BMW

    BMW: Zipse succederà a Krueger come amministratore delegato?

    Lascia un commento