Bmw

La Corea del Sud ha detto lunedì che multerà BMW di 9,9 milioni di dollari e presenterà una denuncia penale contro la società tedesca per una risposta presumibilmente sbagliata a dozzine di incendi ad auto del produttore bavarese segnalati nel paese. Il ministero dei trasporti della Corea del Sud, dopo una revisione di cinque mesi, ha concluso che la casa automobilistica tedesca ha deliberatamente cercato di coprire i problemi tecnici e si è mossa troppo lentamente per richiamare i veicoli dopo che circa 40 delle sue auto hanno preso fuoco all’inizio di quest’anno. Il ministero ha rilevato che gli incendi dovevano essere causati da valvole difettose nei refrigeratori di ricircolo dei gas di scarico dei veicoli (EGR).

BMW si è scusata e ha richiamato circa 172.000 veicoli di 65 modelli diversi a luglio e ottobre. L’unità sudcoreana della casa tedesca ha dichiarato che i risultati del ministero erano generalmente in linea con la valutazione dell’azienda secondo cui gli incendi erano causati da perdite nei refrigeratori dell’EGR. Combinato con sedimenti di carbone e petrolio, le perdite potrebbero bruciare e causare incendi quando i veicoli sono stati guidati ad alta velocità per lunghi periodi di tempo, ma BMW ha detto che il problema potrebbe essere risolto sistemando l’hardware difettoso.

La compagnia non ha affrontato direttamente l’accusa del ministero di aver cercato di minimizzare la gravità del problema e di aver richiamato una gamma più ristretta di veicoli di quanti ne avrebbe dovuti convocare durante il suo primo richiamo a luglio. “Il BMW Group sta collaborando con le indagini in corso e si impegna a risolvere il problema”, si legge nella dichiarazione. Junghyun Kim, un funzionario di BMW Korea, ha detto che non sono state segnalate ferite legate agli incendi in Corea del Sud.