Bollo auto storiche
Bollo auto storiche

Bollo auto storiche: arrivano cattive notizie per gli automobilisti italiani possessori di vetture dai 20 ai 29 anni di età. Infatti queste auto dovranno tutte pagare il bollo auto senza più nessuna esenzione. La decisione arriva direttamente dalla Corte Costituzionale che con una sentenza che ricalca grosso modo quanto già dichiarato a luglio, in pratica da ragione al Governo del Premier Matteo Renzi. Ricordiamo infatti che l’esecutivo con un articolo alla Legge di Stabilità del 2015, approvata nel dicembre del 2014 ha di fatto tolto l’esenzione al pagamento del Bollo auto da parte dei possessori di auto a 20 a 29 anni, rimanendo solo per quelle da 30 anni in su’.

Bollo auto storiche ecco cosa ha deciso la Consulta

A nulla sono valse le proteste di appassionati e addetti ai lavori che hanno lamentato i primi un incremento eccessivo delle tasse da pagare per mantenere la propria passione, i secondo un calo degli affari dovuto alla riduzione del parco auto storiche in Italia. Le regioni hanno provato a venire incontro agli automobilisti prevedendo sconti ed esenzioni in deroga alla legge Statale, ma la sentenza pronunciata ieri dalla Consulta rende illegittimi tutti questi tentativi. Infatti essendo il bollo una tributo regionale derivato dalla legislazione dello Stato, le regioni non possono modificarlo nè prevedere particolari esenzioni che non siano quelle già stabilite dalla normativa nazionale.

Bollo auto storiche
Bollo auto storiche

Bollo auto storiche: unica speranza un ripensamento del Governo

Questo si traduce nel fatto che il bollo auto storiche si pagherà per tutti e le uniche esenzioni riguardano solo coloro i quali hanno auto da 30 anni in su. A nulla dunque sono vale le proteste degli appassionati che sicuramente non prenderanno bene questa decisione che rappresenta la conferma che anche in futuro questi dovranno pagare il bollo auto. A questo punto onde evitare che il settore possa definitivamente morire, l’unica speranza è un ripensamento da parte del governo, cosa che in questo momento sembra molto ma molto difficile.