Da febbraio obbligatori i seggiolini antiabbandono

News
Seggiolino Anti Abbandono

C’è ancora da aspettare fino al prossimo febbraio 2020 per l’obbligo di installare i seggiolini antiabbandono. In questi giorni infatti il decreto ministeriale sarà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale entrando in vigore entro fine ottobre. Tuttavia per scattare l’obbligo bisognerà aspettare 120 giorni, quelli necessari per raggiungere la fine di febbraio.

L’obbligo sarà valido per tutti i bambini di età inferiore ai quattro anni e dovrebbe prevenire il triste fenomeno dell’abbandono dei bambini all’interno delle auto. L’ultimo caso di questo tipo è accaduto a Catania dove un padre ha lasciato il proprio figlio, poi morto, per cinque ore sotto al sole.

I tempi piuttosto ampi permetteranno all’industria di adeguarsi con più tranquillità e in tempi tutto sommato accettabili. Inoltre sono già allo studio possibili agevolazioni fiscali.

Bisogna capire quali saranno i dettagli dei nuovi dispositivi

Finché il decreto non sarà pubblicato in Gazzetta Ufficiale, non si conosceranno i dettagli sui nuovi dispositivi. Tuttavia si sa che sui nuovi seggiolini sarà installato un sistema di allarme connesso allo smartphone. Tramite un segnale sonoro (ma anche visivo) ricorderà al guidatore (o chi per lui) della presenza del piccolo sul seggiolino ancora prima che l’utente lasci il veicolo. Il percorso che ha portato all’obbligo di questa nuova tipologia di seggiolini è stato comunque piuttosto ricco di ostacoli. La legge 117/2018 entrata in vigore alla fine del 2018 ne disponeva la sua obbligatorietà ma demandava la definizione delle caratteristiche dei seggiolini ad un nuovo decreto attuativo del Ministero dei Trasporti. Decreto arrivato soltanto a fine gennaio 2019.

Il decreto citato, una volta inviato alla Commissione Europea per l’approvazione è stato bocciato e quindi poi riscritto. I motivi pare siano da ricercare nell’incompatibilità del testo con le norme europee in vigore. Il Ministro dei Trasporti, Paola De Micheli ha detto che questo “è il passaggio conclusivo della legge” aggiungendo che “In considerazione dell’importanza di questi dispositivi volti a scongiurare eventi tragici come quelli accaduti negli ultimi anni, sono allo studio modalità per attuare l’agevolazione fiscale prevista per favorirne l’acquisto ed incrementare le relative risorse”.

Salvare più vite possibili

L’obiettivo della nuova normativa è ovviamente quello di salvare più vite possibili. Scongiurando la possibilità che questi brutti fatti di cronaca possano verificarsi ancora. Dal 1998 ad oggi nel nostro Paese sono stati nove i bambini morti perché dimenticati in auto.

I prezzi dei dispositivi antiabbandono in vendita oggi variano da 50 a 100 euro circa e andrebbero implementati con i seggiolini esistenti. Tuttavia nei prossimi mesi verranno ideate nuove tipologie di seggiolini che dispongono già di questi sistemi, ma è difficile prevedere il loro costo. Ma si potrà contare sulle possibili agevolazioni statali e magari anche regionali. D’altronde meglio spendere qualcosa ed evitare tragedie.

L'autore

Guardo alle sfide del settore automotive con grande attenzione e al motorsport (anche quello minore) con approccio critico, da appassionato. Cerco di trasmettere questo in ciò che scrivo ogni giorno.
    Potresti essere interessato a:
    News

    Lexus RX, arriva il restyling

    News

    ZF rende i trasporti pubblici locali intelligenti e con basse emissioni

    News

    Lancia Ypsilon, ecco la serie Monogram

    News

    Idrogeno: le Case chiedono più infrastrutture in Europa

    Lascia un commento

    in questo momento ti trovi Offline