Fiat Chrysler
Fiat Chrysler

Secondo quanto riportato da Bloomberg, Fiat Chrysler Automobiles starebbe pensando di vendere il suo braccio di robotica, Comau, per una cifra tra 1,5 e 2 miliardi di euro. In particolare, la vendita delle attività non core consentirà al gruppo italo americano di concentrarsi maggiormente sulla produzione e sulla vendita di veicoli. Considerati gli attuali problemi affrontati dalle case automobilistiche a causa degli scambi commerciali, delle vendite di veicoli in calo in Cina e di normative severe, la società sta riorientando la propria attività.

Fiat Chrysler è impegnata nella progettazione, ingegneria, produzione, distribuzione e vendita di sistemi di produzione di veicoli e componenti. Per diventare pienamente conforme alle normative sulle emissioni,  la settima più grande casa automobilistica del mondo ha lanciato un piano a giugno per investire 9 miliardi di euro in veicoli elettrici e ibridi nei prossimi cinque anni. Tuttavia, al momento la decisione finale sulla vendita di Comau non sarebbe stata ancora presa. Ricordiamo che Comau produce sistemi automatizzati e robot industriali.

Eventuali trattative per una vendita potrebbe iniziare all’inizio del 2019 e potrebbero interessare eventuali acquirenti dalla Cina. Comau sarebbe la seconda cessione eccellente messa in atto dal nuovo numero uno di Fiat Chrysler Automobiles, l’amministratore delegato Mike Manley Dopo Magneti Marelli. Quest’ultima è stata venduta ai giapponesi di Calsonic Kansei per 6,2 miliardi di euro.