John Elkann - Fiat Chrysler

John Elkann, che è anche presidente di Fiat Chrysler Automobiles, ritiene che l’industria automobilistica vedrà più cambiamenti nei prossimi 20 anni, che negli ultimi 100. “Siamo determinati sia noi che Fiat Chrysler a svolgere il nostro ruolo in modo attivo e ambizioso in questa nuova entusiasmante era”, ha scritto in una lettera agli azionisti di Exor pubblicata lunedì sera. Exor, la holding di famiglia di Agnelli, possiede il 29% di Fiat Chrysler. Il Financial Times ha riferito la settimana scorsa che la Renault voleva riaccendere nei prossimi 12 mesi le discussioni sulla fusione con Nissan prima di fare un’offerta nei confronti di Fiat Chrysler Automobiles.

Il 22 marzo il Wall Street Journal ha scritto che PSA aveva contattato FCA quest’anno per difendere l’idea di un riavvicinamento tra i due gruppi automobilistici, progetto nuovamente respinto dal produttore italo americano. Robert Peugeot, presidente della holding di famiglia, ha detto a Les Echos il mese scorso che la sua famiglia, uno dei tre principali azionisti di PSA, sosterrebbe una nuova acquisizione da parte della casa automobilistica se si presentasse un’opportunità. John Elkann però pare intenzionato a continuare in FCA anche nei prossimi anni.

Ti potrebbe interessare: La famiglia Peugeot è favorevole ad una fusione con Fiat Chrysler