Il mese di settembre si chiude con un segno negativo per FCA in Europa. Il gruppo italo-americano, infatti, registra circa 90 mila unità distribuite in Europa nel corso del nono mese dell’anno in corso evidenziando un calo del -1% rispetto ai risultati ottenuti nel settembre dello scorso anno. Il risultato di FCA è, sostanzialmente, in linea con il mercato europeo che registra a settembre un calo del -2%.

Nel dato parziale relativo al 2017, inoltre, FCA registra 831 mila unità vendute ed una crescita del +8.2% rispetto ai risultati ottenuti nel corso dei primi 9 mesi del 2016. Si tratta, quindi, di un risultato sicuramente positivo che garantisce al gruppo guidato da Sergio Marchionne il quarto posto tra i gruppi impegnati sul mercato europeo alle spalle di Volkswagen, PSA e Renault ma prima di Ford e BMW.

Il calo di FCA a settembre è legato al calo di Fiat che registra una flessione del -2%. Nel dato parziale relativo al 2017, in ogni caso, Fiat registra una crescita del +8.3% grazie a circa 630 mila unità vendute. Da notare, invece, la crescita di Alfa Romeo che con 8 mila unità distribuite registra un buon +16% a settembre. Da inizio anno, inoltre, Alfa Romeo ha venduto 66 mila unità in Europa registrando una crescita percentuale del +36%. Si tratta di un ottimo risultato ottenuto grazie soprattutto al successo internazionale della Giulia e dello Stelvio, i due modelli di nuova generazione della casa italiana.

A settembre notiamo anche la crescita di Jeep che con 11 mila unità vendute migliora del +3.6% i risultati ottenuti lo scorso anno. Jeep torna a crescere in Europa dopo ben cinque mesi di costante calo.  Nel parziale annuo relativo al 2017, in ogni caso, il marchio Jeep è ancora in calo (-1.7%). Da notare, inoltre, il calo di Lancia che continua la sua leggera ma costante flessione chiudendo i primi nome mesi dell’anno con un –6.8% di unità vendute.