fiat panda

Il mese di febbraio si chiude con un forte calo per FCA che registra una flessione delle unità vendute rispetto allo stesso mese dello scorso anno pari al -10,8%. Un dato sicuramente negativo soprattutto se rapportato all’intero mercato delle quattro ruote italiano che perde solo il -1.5%.

A contribuire in misura determinate alla flessione di FCA sono i marchi Fiat e Lancia che registrano un mese decisamente negativo nel confronto con il 2017. In particolare, Fiat si ferma a 32 mila unità vendute con una flessione del -17%. A contribuire alla flessione di Fiat è il crollo delle vendite della Fiat Panda, la “best seller” della casa italiana, che passa da 16 mila a 10 mila unità vendute. Per compensare il calo di vendite, FCA ha già annunciato uno stop della produzione della Panda a Pomigliano per alcuni giorni di marzo.

Continua, inoltre, il periodo negativo di Lancia che fa registrare poco più di 4 mila unità vendute con una flessione del -41%. Per Lancia il futuro è tutt’altro che roseo. Lo storico brand italiano si avvicina all’uscita dal mercato con la fine della produzione della Ypsilon oramai sempre più vicina.

In casa FCA ci sono, in ogni caso, anche buone notizie. Il marchio Alfa Romeo continua a crescere, grazie soprattutto alle ottime performance dello Stelvio che guida il suo segmento con oltre 1.000 unità vendute a febbraio. Il secondo mese dell’anno si chiude per Alfa Romeo con più di 4 mila unità vendute ed una crescita percentuale del +18%.

Molto bene anche Jeep. Il brand americano, grazie al successo della Compass, sfiora quota 7 mila unità vendute registrando una crescita percentuale del +80% rispetto al mese di febbraio dello scorso anno. A completare il quadro delle vendite di FCA in Italia è Maserati con  267 unità distribuite ed un buon +13%.