Tempo di lettura: 2 minuti
Fiat Chrysler
Fiat Chrysler

Tempo di bilanci per Fiat Chrysler. L’inizio del Motor Show 2016 è stata l’occasione giusta per fare una valutazione di fine anno per il gruppo italo americano dell’amministratore delegato Sergio Marchionne. Gianluca Italia, responsabile del  mercato Italia del gruppo Fca, ha manifestato tutta la sua soddisfazione per gli incrementi nelle vendite che hanno interessato la sua azienda in Italia in questo 2016.

In particolare viene messo in evidenza l’ottimo exploit di Alfa Romeo che anche a novembre ha stupito tutti ottenendo un lusinghiero +35,65 per cento rispetto all’anno precedente. Merito soprattutto della berlina Alfa Romeo Giulia. Adesso per il Biscione si aspetta con fiducia il 2017 quando con l’arrivo sul mercato del nuovo Alfa Romeo Stelvio le cose dovrebbero migliorare ulteriormente.

Fiat Chrysler: successi per operazioni Amazon e Be-Free

Gianluca Italia di Fiat Chrysler ha però voluto parlare di una delle novità che più hanno fatto discutere appassionati e addetti ai lavori in questi ultimi mesi. Ci riferiamo alla notizia dell’accordo tra Fiat Chrysler e Amazon per vendere alcune auto online. Il dirigente ha detto che si tratta di un’operazione che ha riscosso notevole successo e grandissima curiosità.

Al momento si tratta solo di un esperimento ma in futuro questa possibilità potrebbe anche essere estesa all’intera gamma. Notevole successo ha riscosso pure la formula Be-Free per il noleggio a lungo termine che dapprima ha interessato solo Fiat 500. Poi visto il successo si è deciso di replicarla anche con la gamma di Fiat Tipo e il crossover Fiat 500X. Anche in questi casi l’operazione sta andando a gonfie vele. Si tratta di una formula che in futuro potrebbe diventare la regola per Fiat Chrysler e forse più in generale per l’intero mondo dei motori.

Leggi anche: Alfa Romeo Giulia SportWagon: a fine 2017 la sua presentazione?

Fiat 500X
Fiat 500X: anche al crossover viene estesa la formula Be-free per il noleggio a lungo termine

Leggi anche: Fiat Chrysler: negli Usa crollano le immatricolazioni a novembre

Infine Gianluca Italia ha voluto anche parlare di futuro, ammettendo che il suo gruppo anche nel 2017 si aspetta un incremento tra il 3 e il 5 per cento. Per quanto riguarda le nuove tecnologie il gruppo di Sergio Marchionne non vuole farsi trovare impreparato e dunque nel caso in cui l’ibrido dovesse diffondersi a macchia d’olio nei prossimi anni  anche anche FiatChrysler sarà pronta a soddisfare le eventuali nuove esigenze. Il 2017 comunque sarà l’anno della consacrazione di Alfa Romeo con l’arrivo sul mercato del Suv Stelvio.