Fiat Chrysler: cassa integrazione per 3.200 dipendenti Jeep in USA

Fiat
Fiat Chrysler Mirafiori

Quest’oggi dagli Stati Uniti giunge una notizia abbastanza significativa per il gruppo italo americano Fiat Chrysler Automobiles. Circa 3.200 dipendenti dello stabilimento FCA di Toledo in Ohio verranno posti in cassa integrazione per almeno 6 mesi a partire dal prossimo 7 aprile 2017. Non si tratta di una notizia inaspettata, in quanto da quel giorno lo stabilimento sarà chiuso per ristrutturazione. Infatti a partire dal prossimo mese di novembre dovrebbe iniziare la produzione della nuova generazione di Jeep Wrangler che va a sostituire nello stabilimento Jeep Cherokee che invece verrà prodotta a Belvidere in Illinois. 

Per questa ristrutturazione, il gruppo diretto dal numero uno, l’amministratore delegato Sergio Marchionne, verranno investiti ben 700 milioni di dollari. I posti di lavoro saranno tutti conservati e anzi è probabile che in futuro verranno assunti anche nuovi dipendenti. Lo stesso accadrà anche nello stabilimento Fiat Chrysler di Belvidere dove sono stati investiti 300 milioni di dollari nella fabbrica  che ospiterà la Jeep Cherokee con una crescita dei posti di lavoro di oltre 300 unità. Per quanto riguarda la durata della cassa integrazione non è stato ancora chiarito, ma pare che comunque i mesi dovrebbero essere almeno 6.

Fiat Chrysler

Fiat Chrysler: dal prossimo 7 aprile cassa integrazione per circa 3.200 lavoratori dello stabilimento di Toledo in Ohio

Leggi anche:Fiat Chrysler: in barba a Donald Trump ottiene importante traguardo in Messico

Vi aggiorneremo naturalmente qualora dovessero arrivare novità importante dalla divisione americana di Fiat Chrysler che nei prossimi anni sarà impegnata da grandi cambiamenti annunciati negli scorsi mesi che dovrebbero garantire un’ulteriore crescita della presenza di Fiat Chrysler Automobiles nel grande paese americano per la gioia del neo Presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Il neo inquilino della bianca infatti  non ha mai fatto mistero di puntare fortemente alla creazione di nuovi  posti di lavoro nel settore automotive degli USA mediante l’adozione di una serie di politiche di defiscalizzazione.

 

L'autore

Laureato in Giurisprudenza, appassionati di motori, esperto di tutto quello che riguarda Alfa Romeo.
Potresti essere interessato a:
Alfa RomeoFiatJeep

FCA: immatricolazioni in crescita in Europa a settembre

Fiat

La Fiat Centoventi si configura (già) online

FiatNews

Abarth 695 70° Anniversario, per i primi 70 anni di storia

Fiat

La Fiat Centoventi ha vinto il Red Dot Award 2019

Lascia un commento

in questo momento ti trovi Offline