Fiat Chrysler è ancora pronta a fondersi con la Renault

Fiat
Fiat Chrysler

L’amministratore delegato di Fiat Chrysler Automobiles, Mike Manley ha espresso la volontà di riprendere i colloqui di fusione con Renault, riferisce il Financial Times. Nonostante seri ostacoli a un accordo, Manley ha dichiarato alla pubblicazione che la casa automobilistica italo americana sarebbe ancora “interessata ad una simile operazione con il concorrente francese, aggiungendo che la fusione potrebbe avere un “significativo effetto sinergico”.

“La logica industriale che era presente prima è ancora presente”, ha detto Manley al FT. “Se le circostanze cambiano, allora forse molte cose possono accadere.” Per diversi mesi all’inizio di quest’anno, Fiat Chrysler e Renault hanno negoziato la creazione di un colosso automobilistico europeo. A maggio, FCA ha inviato a Renault una proposta di fusione su un piano di parità, a condizione che gli azionisti di entrambe le società possiedano il 50% della società risultante dalla fusione.

Tuttavia, dopo solo 10 giorni, le società hanno pubblicato un messaggio sull’annullamento della transazione. Fiat Chrysler ha affermato che in Francia “non ci sono condizioni politiche” per il suo completamento con successo. Un altro fattore nel fallimento dei negoziati è stata la controversia tra i partecipanti all’alleanza globale Renault e Nissan, aggravata dopo l’arresto alla fine dello scorso anno di Carlos Ghosn ex capo di Renault e Nissan.

Nel tentativo di salvare l’alleanza, i dirigenti Renault e Nissan hanno avviato i negoziati su una possibile riduzione della quota della società francese nella casa automobilistica giapponese. Nissan supera significativamente la Renault in termini di numero di auto prodotte, ma la società possiede solo il 15% delle azioni senza diritto di voto del partner francese, mentre la Renault detiene una partecipazione del 43,4% in Nissan.

Secondo il Wall Street Journal, citando fonti che hanno familiarità con le negoziazioni, Nissan vuole che la Renault riduca la sua quota al 20-25%, mentre la casa automobilistica francese prevede di mantenere il 30-35%. Queste negoziazioni non dipendono dal rinnovo degli accordi Renault con FCA, hanno detto fonti, osservando che la società francese sta ancora cercando di trovare un modo per andare avanti con il supporto di Nissan. Le azioni Renault sono salite dell’1,2% all’asta a Parigi lunedì, le azioni FCA a Milano sono scese dello 0,3%. La Nissan è scesa del 4,3% sulla base delle negoziazioni a Tokyo.

About author

Ippolito per gli amici Lito, nasce a Monza. Laureato alla Bocconi in ingegneria meccanica. Appassionato di giornalismo in breve tempo scrive su noti portali Automotive Italiani ed esteri. Seguo in modo accurato tutto il settore Automotive News. Appassionato di Motori ed in particolare di Formula 1.
Related posts
Fiat

Fiat 500X Sport è ufficiale: prezzi, dotazione e motori della nuova versione top di gamma

Fiat

Fiat Panda: la versione mild hybrid potrebbe arrivare nel primo semestre del 2020

Fiat

FCA: l'avvio della produzione dei motori ibridi è stato rimandato

Fiat

Fiat 500: stop alla produzione in Nord America