Fiat Chrysler: vendite giù in Europa nel 2018

Fiat
Fiat Chrysler

Le vendite di Fiat Chrysler Automobiles in Europa sono scese del 2,3% nel 2018. Le immatricolazioni del gruppo italo americano nel nostro continente sono state esattamente 1.021.311 nel 2018 rispetto al 2017, ha detto mercoledì il costruttore italiano. La sua quota di mercato è scesa dal 6,7% al 6,4%.  Le vendite del marchio Jeep sono comunque aumentate del 55,6% nel corso dell’anno.  Complessivamente, le vendite di auto europee di tutti i marchi sono diminuite dello 0,04% nel 2018 con dicembre in calo dell’8,7%.

Nonostante il leggero calo delle vendite il responsabile dell’area EMEA di Fiat Chrysler Automobiles, il torinese Pietro Gorlier si dice soddisfatto di come sono andate le cose nel vecchio continente per la sua società. Gorlier ha messo in evidenza la crescita inarrestabile di Jeep che da 5 anni ormai continua a crescere e anche il record di vendite di Fiat 500. Il 2018 infatti è stato in Europa l’anno in cui sono state vendute più Fiat 500 in assoluto. Questo nonostante l’auto sia ormai presente sul mercato da molti anni. In tutto le Fiat 500 vendute in Europa sono state quasi 194 mila. Gorlier inoltre apprezza nonostante le tante incertezze che la quota di mercato di Fiat Chrysler in Europa sia rimasta più o meno invariata. Altro dato positivo che le vendite complessive del gruppo siano comunque rimaste superiori al milione di unità.

L'autore

Ippolito per gli amici Lito, nasce a Monza. Laureato alla Bocconi in ingegneria meccanica. Appassionato di giornalismo in breve tempo scrive su noti portali Automotive Italiani ed esteri. Seguo in modo accurato tutto il settore Automotive News. Appassionato di Motori ed in particolare di Formula 1.
Potresti essere interessato a:
Fiat

Fiat Panda: la city car italiana è la segmento A più venduta in Europa nel primo semestre del 2019

Fiat

FCA inaugura il suo nuovo Betim Design Center

Fiat

Fiat: ecco tutte le novità che debutteranno nel 2020

Fiat

Fiat 500X: con il nuovo listino esce di scena la trazione integrale