Fiat Fullback

Fiat Chrysler Automobiles ha deciso di interrompere la produzione di Fiat Fullback in Europa. Il pick-up era letteralmente un clone della Mitsubishi L200 Triton e portava solo i loghi Fiat al posto del marchio giapponese. La strategia commerciale è conosciuta come rebadge e viene utilizzata dal produttore in diversi casi, il più famoso dei quali è il Freemont / Dodge Journey di Fiat. Richard Chamberlain, responsabile della divisione commerciale di Fiat, ha confermato l’addio al modello e ha dichiarato che diversi fattori hanno motivato la fine della partnership con Mitsubishi. Tra le principali ragioni vi sono la rigidità degli standard delle emissioni inquinanti europee e le basse vendite, sia in Europa che in mercati importanti come il Medio Oriente, l’America Latina e l’Africa.

Fiat Fullback è emerso nel 2015 ed è stata la soluzione più rapida trovata da FCA per entrare nel segmento dei pick up medi. Il risultato, tuttavia, è stato ben al di sotto di quanto previsto dalla società: in Spagna, ad esempio, il camion ha venduto 242 unità nel 2018. Si tratta di risultati certamente non in linea con quanto sperato dai dirigenti di Fiat Chrysler che dunque hanno ritenuto di cancellare la produzione di questo modello che con questi numeri non può essere un progetto redditizio.

Ti potrebbe interessare: Fiat Fullback: il Pick Up protagonista in TV