Fiat Ottimo
Fiat Ottimo

Le scarse vendite di Fiat Ottimo e Viaggio hanno sconsigliato ai vertici di Fiat Chrysler di continuare a produrre queste due vetture pensate appositamente per il mercato cinese e prodotte proprio in quel paese. Del resto questi due modelli hanno registrato un calo piuttosto corposo delle immatricolazioni passando da quasi 70 mila unità del 2014, anno in cui è iniziata la loro vendita in quel paese, a poco più di 10 mila unità distribuite nel 2016. Insomma un vero flop per Fiat Chrysler al pari di quanto avvenuto negli Stati Uniti per altre due vetture nate dalla stessa piattaforma modulare: Dodge Dart e Chrysler 200.

A questo punto, con il pensionamento in Cina di Fiat Ottimo e Viaggio, l’ultima vettura ad essere ancora prodotta con questa piattaforma è l’attuale generazione di Alfa Romeo Giulietta.  Le due vetture in questione venivano prodotte da FCA con il gruppo cinese GAC e sono state prodotte fino a pochi giorni fa nello stabilimento di Changsha in Cina. Per il momento non si sa quali saranno le prossime mosse di Fiat in Cina. Non sono previste novità eclatanti nei prossimi mesi. In Cina infatti FCA si sta concentrando sulla produzione di vetture Jeep e sul lancio imminente dei nuovi veicoli di Alfa Romeo: Giulia e Stelvio. 

Leggi anche: Alfa Romeo presente al Milano Design Week 2017 dal 4 aprile

 

Fiat Ottimo
Fiat Ottimo insieme alla Viaggio non verranno più prodotte in Cina a causa del crollo delle vendite

Leggi anche: Alfa Romeo Giulia protagonista nella seconda puntata di Top Gear di un confronto con Bmw M3

Fiat Ottimo e Viaggio sono dunque ormai due vetture che appartengono alla storia passata della principale casa automobilistica italiana, due veicoli che non hanno avuto molta fortuna e che probabilmente in pochi si ricorderanno tra qualche anno men che meno in Cina dove le due auto hanno lasciato davvero poche tracce.