Ford

Ford ha aperto formalmente un centro di ricerca in Israele per aiutare la casa automobilistica a entrare nella fiorente comunità di startup della mobilità della regione. Israele negli ultimi anni è cresciuto rivaleggiando con la Silicon Valley in termini di imprenditorialità tecnologica, con storie di successo come Mobileye, che ha sede a Gerusalemme ed è stata acquisita da Intel nel 2017 per $ 15 miliardi. Gli investitori hanno investito circa 6 miliardi di dollari in startup israeliane di mobilità intelligente dal 2013, secondo EcoMotion, un’organizzazione senza scopo di lucro che ospita una conferenza annuale sulla mobilità a Tel Aviv.

“Riconosciamo l’importanza di essere in una delle comunità e degli ecosistemi di innovazione leader a livello mondiale”, ha detto il presidente esecutivo della casa americana, Bill Ford in una nota. “Questo nuovo centro non è solo un’espansione dei nostri attuali centri di ricerca e innovazione, ma offre l’opportunità di entrare a far parte di una crescente comunità innovativa in Israele”.

Ford ha tenuto un discorso programmato martedì alla conferenza EcoMotion e ha presenziato all’apertura del centro. Ha detto che il sito avrebbe iniziato le sue attività in piccolo, con circa 10-12 addetti, ma probabilmente sarebbe cresciuto rapidamente, in modo simile al centro di ricerca di Ford a Palo Alto, in California, aperto nel 2015 con un piccolo staff che è cresciuto fino a circa 250 addetti oggi.

Ha detto che i ricercatori del sito collaboreranno con quelli di Palo Alto e di Dearborn, Michigan, per esplorare le tecnologie future e collaboreranno strettamente con SAIPS, una società israeliana di visione artificiale acquisita da Ford nel 2016. La Ford ha detto di aver lavorato con scout tecnici locali qui per quasi un decennio ed è stata tra le prime case automobilistiche ad ospitare una sfida per sviluppatori qui nel 2015.