Ford costruirà un secondo EV sulla piattaforma di Volkswagen?

Ford
ford

Volkswagen starebbe negoziando con Ford per sviluppare una seconda auto elettrica basata sulla piattaforma MEB come parte della cooperazione che è stata annunciata a luglio. L’accordo originale prevedeva che Ford acquistasse 600.000 kit MEB dalla Volkswagen per il suo primo modello. Ora potrebbero diventare molto di più. Secondo i media tedeschi, la decisione di costruire una seconda auto elettrica basata sul MEB per il mercato europeo si sta avvicinando. “Sì, ne stiamo parlando”, ha confermato Stuart Rowley numero uno della società in Europa. Da un punto di vista economico, non ha senso “produrre solo una macchina basata su MEB”. Il capo della Volkswagen Herbert Diess aveva anche parlato in precedenza, annunciando la possibilità di un “nuovo contratto di fornitura per un secondo veicolo”. Ciò potrebbe consentire ai tedeschi di quasi raddoppiare le consegne della piattaforma MEB alla casa dell’ovale blu.

Ford: la decisione di costruire una seconda auto elettrica basata su MEB si sta avvicinando

Ford Europe svilupperà la sua prima auto elettrica MEB a Colonia. Rowley non vuole ancora confermare se il secondo modello sarà prodotto sempre lì. Produrre il veicolo in una delle fabbriche Ford tedesche “è una possibilità”, ha detto ai media tedeschi. Alla fine di giugno, Ford ha annunciato un vasto programma di ristrutturazione in Europa con 12.000 posti di lavoro da tagliare. Nel suo core business, il produttore ha le spalle al muro: l’attuale flotta, che vende comunque poco in Europa, sta consumando troppo. A partire dal 2021, ci saranno multe elevate nell’UE. Senza auto elettriche, Ford probabilmente non sarà in grado di ridurre il consumo della flotta abbastanza velocemente. Ecco perché in futuro ci sarà una versione elettrificata per ogni nuovo modello. Secondo Rowley, le auto elettrificate rappresenteranno oltre la metà delle vendite entro la fine del 2022.

I vantaggi che Volkswagen ottiene grazie alla vendita del sistema modulare MEB sono evidenti: quantità maggiori portano a economie di scala e costi inferiori. E ogni veicolo MEB conterrà probabilmente anche una batteria Volkswagen, che potrebbe anche aumentare i volumi di acquisto della joint venture manifestante con Northvolt per la produzione di celle. In breve: come “professionisti della piattaforma”, i dirigenti della casa tedesca vogliono “stabilire il MEB come standard per la mobilità elettrica”. È anche certo, tuttavia, che le piattaforme MEB vendute a terzi costituiranno alla fine solo una piccola parte dell’utilizzo di MEB, poiché la stessa VW intende concentrare la maggior parte delle piattaforme con i propri marchi del Gruppo. Volkswagen sta attualmente sviluppando 27 modelli MEB, con un obiettivo di 70 entro il 2028.

Ti potrebbe interessare: Ford Puma arriva in Italia con prezzi da 22,750 Euro e due varianti mild hybrid

L'autore

Ippolito per gli amici Lito, nasce a Monza. Laureato alla Bocconi in ingegneria meccanica. Appassionato di giornalismo in breve tempo scrive su noti portali Automotive Italiani ed esteri. Seguo in modo accurato tutto il settore Automotive News. Appassionato di Motori ed in particolare di Formula 1.
Potresti essere interessato a:
Ford

Fordzilla: l'Ovale Blu recluta talenti degli eSports

Ford

Ford Puma: parte la produzione, prime consegne entro fine 2019

Ford

Ford presenta le nuove Galaxy e S-Max

Ford

Ford Motor Company emette due richiami di sicurezza

Lascia un commento

in questo momento ti trovi Offline