Ford Mach-E: ecco come potrebbe essere il SUV elettrico ispirato alla Mustang

Ford

Il crossover elettrico di derivazione Mustang di Ford è stato confermato per il debutto alla fine del 2020. Questo modello soprannominato Ford Mach-E dovrebbe garantire un’autonomia di 600 km con una singola ricarica. Il modello si dovrebbe inoltre contraddistinguere per la sua sportività. Soprannominato ‘Mach 1’ o ‘Mach-E’, la sua presentazione avverrà più tardi quest’anno, con l’obiettivo di dare filo da torcere a Tesla Model X anche se questo modello dovrebbe essere più piccolo di dimensioni.

La casa automobilistica, con sede nel Michigan, ha anche accennato al fatto che Ford Mach-E presenterà un processo di ricarica che sarà “un’esperienza senza sforzo a casa e in viaggio”. Dal momento che le auto sono anche accessori di moda e dichiarazioni di stile di vita, Ford deve assicurarsi che il suo crossover elettrificato sia visivamente accattivante, ed è qui che entrano in gioco le caratteristiche della Mustang. Qui vi mostriamo un rendering di Kolesa che prova ad ipotizzare come sarà questo modello quando finalmente arriverà sul mercato.

Si tratta di un design molto dinamico con parafanghi muscolosi, fasce anteriori e posteriori di derivazione Mustang e una silhouette Fastback, che ha perfettamente senso in questa era  di SUV Coupé. vedremo dunque se davvero il modello di Ford sarà così quando finalmente farà il suo debutto.

L'autore

Ippolito per gli amici Lito, nasce a Monza. Laureato alla Bocconi in ingegneria meccanica. Appassionato di giornalismo in breve tempo scrive su noti portali Automotive Italiani ed esteri. Seguo in modo accurato tutto il settore Automotive News. Appassionato di Motori ed in particolare di Formula 1.
Potresti essere interessato a:
Ford

Ford ha rivelato la sua nuova gamma di veicoli elettrificati

Ford

Ford raggiunge un accordo per la vendita della sua fabbrica in Brasile

Ford

Ford: il crossover elettrico ispirato alla Mustang arriverà entro fine 2020

Ford

Ford e Lincoln lanceranno 30 nuovi modelli in Cina entro il 2021

Lascia un commento