Ford Mustang GT Gulf Heritage Edition: pony car da 140mila dollari

Ford
Ford Mustang GT Gulf Oil

Una concessionaria Ford con sede nel Tennessee, specializzata sulle Mustang modificate, ha sviluppato un vero e proprio gioiello per celebrare il 50° anniversario da quando la GT40, vestendo l’iconica livrea Gulf Oil, vinse la 24 Ore di Le Mans. Era il 1969, anche se la stessa macchina, nella stessa configurazione estetica, si aggiudicò anche la 24 Ore di Le Mans del 1968. La speciale pony car in onore dei fasti passati è stata sviluppata da Brown Lee Ford di Nashville, Tennessee. Si chiama Ford Mustang GT Gulf Heritage Edition e uscirà in solo 119 esemplari, ciascuno a 139.995 dollari. Il pacchetto è stato creato sotto licenza con Gulf Oil — storica impresa petrolifera statunitense, che durante il suo periodo di attività sponsorizzò diversi team nelle gare di resistenza.

Ford Mustang GT Gulf Heritage Edition: 0-96 km/h in 3,3 secondi

Questo è un prezzo proibitivo da pagare: in confronto, la Shelby GT500 da 760 cavalli costa 73.995 dollari. La Mustang di Brown Lee Performance va oltre con una potenza di 820 Cv e 917 Nm di coppia generata dal suo V8 sovralimentato da 5,0 litri. Accoppiato con una trasmissione manuale a 6 marce o automatica a 10 marce, il motore farà sfrecciare l’auto da 0 a 96 km/h in soli 3,3 secondi e oltre il quarto di miglio in meno di 10,7 secondi.

Oltre al compressore, il team Brown Lee Ford ha aggiornato gli iniettori di carburante e aggiunto sistemi di aspirazione e scarico, nonché intercooler. Ci sono anche le sospensioni adattate alla pista, elementi aerodinamici in fibra di carbonio tra cui uno spoiler in vimini, alcuni dettagli interni unici e ovviamente la famosa livrea Gulf Oil. E a dare rassicurazioni, anche una garanzia limitata di 3 anni / 36.000 miglia. L’auto è dotata di una speciale griglia anteriore rimovibile, sportello del baule con logo Gulf, splitter anteriore CarbonAero, sottoporta laterali in fibra di carbonio, diffusore posteriore e spoiler posteriore con flap di Gurney. Le Ford con sospensioni magnetiche prevedono assetto ribassato e molle, mentre quelle con sospensioni non magnetiche hanno dei coilover, particolari ammortizzatori sportivi. I freni sono dotati di pinze a 6 pistoncini color blu-arancione della Gulf con rotori anteriori da 15,1” e pinze a 4 pistoncini posteriori.

“Scarpe” Michelin

Il direttore globale dei veicoli speciali di Brown Lee Ford, Brock Patterson, esprime, a nome del rivenditore, incredibile orgoglio di avere l’opportunità di onorare l’eredità delle corse Ford e Gulf attraverso un veicolo così speciale. Con quasi 900 cavalli, che portano questa icona con licenza da 0 a 96 km/h in meno di 3,5 secondi, la Gulf Heritage Edition Mustang rende omaggio ai traguardi raggiunti dai team Ford e Gulf mezzo secolo fa. Gli pneumatici Michelin Pilot Sport Cup2 misurano 285/30 ZR 20 nella parte anteriore, 305/30 ZR 20 nella parte posteriore. Una placca speciale richiama, infine, la tiratura limitata. La Ford Mustang Gulf Heritage Edition sarà presentata il 18 agosto al Concours d’Elegance di Pebble Beach 2019: chiuderà la Monterey Car Week.

 

 

 

 

 

 

Potresti essere interessato a:
Ford

Fordzilla: l'Ovale Blu recluta talenti degli eSports

Ford

Ford Puma: parte la produzione, prime consegne entro fine 2019

Ford

Ford presenta le nuove Galaxy e S-Max

Ford

Ford Motor Company emette due richiami di sicurezza

Lascia un commento

in questo momento ti trovi Offline