Ford Puma: il B-Suv dalla capienza record

Ford
Ford Puma

Ormai della piccola sportiva anni Ottanta, la Ford Puma conserva esclusivamente il nome. Quella svelata dall’Ovale Blu è un’auto totalmente rinnovata, attualizzata con quanto richiede oggi il mercato. L’inedito crossover nasce dal pianale dell’intramontabile Fiesta e propone un assetto rialzato, per la gioia dei clienti europei. Già fissato l’esordio ufficiale (al Salone Internazionale di Francoforte, in programma dal 12 al 22 settembre 2019) lʼarrivo su strada è previsto a fine anno.

Ford Puma: capienza da record

Il punto di forza principale del “felino” americano risiede nella funzionalità, che la pone direttamente tra le migliori soluzioni nel comporto B-Suv. Per accontentare anche il più incontentabile, il Costruttore aggiunge al grande bagagliaio da 456 litri (record nella categoria) il MegaBox, un vano verticale da 80 litri in grado di alloggiare oggetti in profondità per oltre un metro. Un qualcosa di mai visto prima nel segmento B è anche la funzione massaggio lombare dei sedili anteriori. Oltre che confortevoli, le sedute si rivelano pratiche, con rivestimento rimovibile e lavabile.

Motorizzazioni ibride

Inoltre, non può mancare Sync 3, attraverso cui gestire le funzioni di bordo mediante comandi vocali; si possono collegare fino a 10 dispositivi grazie all’ambiente wi-fi. Da evidenziare, poi, Ford Co-Pilot, il nuovo sistema di sicurezza elettronica che può contare su tre radar, due telecamere e 12 sensori per aiutare il conducente con le più sofisticate tecnologie ausiliarie alla guida.

Altra caratteristiche invitante della nuova Ford Puma le prime motorizzazioni EcoBoost Hybrid. Batterie a ioni-litio da 48 volt alimenteranno l’unità elettrica, che affianca le due unità a benzina tre cilindri 1.0 ‒ da 125 o 155 CV. Alle versioni ibride si aggiungono i classici ed evoluti propulsori EcoBoost a benzina ed EcoBlue a gasolio, ognuna equipaggiata con Start&Stop di serie.

Ford Puma ST: valutazioni in corso

Il progetto appena descritto ha stregato vari appassionati e già da alcune settimane si rincorrono le voci su una possibile Ford Puma ST, variante sportiva mostrata da alcuni render che ne hanno provato ad anticipare il design. Negli ultimi giorni di luglio, contattato da Autocar, Hau Thai-Tang, Chief Global Development di Ford ha rilasciato le prime considerazioni sul vociferato modello, il quale, se davvero venisse costruito, allargherebbe la gamma dei crossover nei prossimi anni. Il manager della Casa americana ha confermato che effettivamente l’azienda ci sta pensando, sebbene, al momento, vada ancora presa una decisione definitiva. Dalla Fiesta ST potrebbe arrivare il motore, un tre cilindri 1.5 EcoBoost da 200 cavalli.

Questa potente versione, dotata di ben 290 Nm di coppia motrice massima, vanterebbe performance eccezionali: uno 0-100 coperto in circa 6,8 secondi e una velocità massima pari a 225 km/h. È plausibile che Ford attenda l’accoglienza riservata alla nuova Ford Puma e di conseguenza valuterà se una variante sportiva farà bene sul mercato. Il costruttore è attualmente alle prese con un’attività di riorganizzazione delle sue attività in Europa, con un intervento volto a ottimizzare le attività produttive e la gamma.

 

 

Potresti essere interessato a:
Ford

Fordzilla: l'Ovale Blu recluta talenti degli eSports

Ford

Ford Puma: parte la produzione, prime consegne entro fine 2019

Ford

Ford presenta le nuove Galaxy e S-Max

Ford

Ford Motor Company emette due richiami di sicurezza

Lascia un commento

in questo momento ti trovi Offline