Tempo di lettura: 2 minuti
General Motors
General Motors

General Motors ha scelto come suo nuovo presidente Mark Reuss, sfruttando l’esperienza di prodotto del veterano GM come parte di una più ampia ristrutturazione progettata per posizionare la casa automobilistica per un futuro di auto elettriche a guida autonoma. Figlio di un ex presidente della GM, Reuss ha trascorso la sua intera carriera con la società americana.

Il manager dunque ottiene la leadership della casa automobilistica come presidente appena cinque settimane dopo che un portavoce della GM ha dichiarato alla stampa che la posizione sarebbe stata eliminata. La notizia arriva in un momento in cui l’azienda sta ristrutturando in modo aggressivo la sua forza lavoro e le operazioni di produzione per tagliare i costi e finanziare costose iniziative di elettrificazione e autonomia.

La profonda comprensione dello sviluppo del prodotto da parte di Mark Reuss sarà probabilmente cruciale in quanto General Motors dovrà presto stabilire la sua futura gamma di veicoli, dicono gli esperti del settore. Si prevede che l’azienda intensificherà la sua attenzione sui veicoli elettrificati nei prossimi anni. Le ultime voci dicono che GM sia pronta a rilasciare 20 nuovi veicoli a emissioni zero entro il 2023.

“Nel passaggio verso l’elettrificazione e l’autonomia, i confini di ciò che i prodotti devono essere cambieranno”, ha affermato Stephanie Brinley, analista del settore automobilistico per IHS Markit. “Reuss è in una buona posizione per capire come devono essere quei cambiamenti”

Reuss succede a Dan Ammann il giorno dopo che ha ufficialmente lasciato la carica di presidente, l’ultimo di una serie di cambi esecutivi progettati dall’amministratore delegato Mary Barra. Le mosse fanno parte di un più ampio sforzo di ristrutturazione che dovrebbe eliminare più di 8.000 impiegati e potrebbe culminare nella chiusura di cinque stabilimenti nel Nord America entro la fine dell’anno.