Tempo di lettura: 2 minuti
Hyundai Ioniq

Prima del 2017, Toyota Prius Prime celebre vettura della casa automobilistica giapponese, era salita alla ribalta riuscendo ad ottenere il titolo di vettura ibrida plug-in più efficiente. Lo scettro della categoria apparteneva in precedenza alla BMW i3, che ha tenuto la prima posizione sin dal 2014. Tuttavia la supremazia del veicolo targato Toyota è destinato già a concludersi nel 2017. Infatti Hyundai Ioniq elettrica ha battuto il rating di Toyota con un EPA-rated 136 MPGe. Quello appena conquistato dalla Hyundai Ioniq è comunque un titolo difficile da mantenere. Infatti ormai sul mercato sono presenti diverse auto elettriche altamente efficienti e ogni mese che passa queste aumentano di numero e qualità

Hyundai Ioniq 2017 ibrida plug-in più efficiente al momento

Per fare un confronto con un modello che, probabilmente, più persone conoscono, Nissan LEAF  ha un EPA-rated 112 MPGe in ciclo combinato. Dunque si tratta di un risultato non molto inferiore a quello ottenuto di recente da Hyundai Ioniq. Questo significa che con il prossimo aggiornamento di Nissan LEAF presumibilmente in arrivo nel 2017, è facile prevedere che lo scettro di auto ibrida più efficiente della categoria passerà nelle mani di Nissan. Hyundai Ioniq elettrica possiede un EPA-rated gamma single-carica di 124 miglia, un risultato abbastanza decente, anche se non vicino a quello che garantisce la Chevy Bolt EV o che la Tesla Model 3 offrirà, quando debutterà sul mercato. Tra l’altro non possiamo tacere che la versione full optional di Hyundai Ioniq, la cosiddetta Style, della motorizzazione ibrida non plug in, costa praticamente come la versione di attacco della Prius.

Hyundai Ioniq
Hyundai Ioniq

Hyundai punta forte sullo sviluppo delle nuove tecnologie

Con questo in mente, Ahn Byung-ki di Hyundai è stato recentemente citato per il fatto di aver comunicato che una versione di Hyundai Ioniq elettrica con autonomia da 200 miglia sarebbe arrivata sul mercato entro il 2018. Per il momento comunque chi vuole una maggiore efficienza dovrà accontentarsi del modello ibrido plug-in che dovrebbe arrivare sul mercato già nei primi mesi del 2017, così come riferito dagli stessi responsabili della casa coreana. Hyundai dunque crede fermamente nello sviluppo delle nuove tecnologie e vuole essere protagonista del settore per gli anni a venire.