Tempo di lettura: 2 minuti
hyundai
hyundai

Hyundai non vuole farsi trovare impreparata dai tanti cambiamenti che stanno attraversando il settore dell’automotive e che presto potrebbero rivoluzionare tutto. Hyundai Motor sta infatti intensificando i suoi sforzi per sviluppare tecnologie per auto iper connesse in vista del lancio di un’automobile intelligente per il 2020. Il marchio coreano in modo indipendente grazie allo sviluppo del cosiddetto CCO porterà tecnologie integrate avanzate ai propri clienti ottimizzando la trasmissione ad alta velocità e la ricezione dei dati all’interno del veicolo per supportare funzioni sempre più complesse.

Le strategie di Hyundai

All’inizio di quest’anno, la celebre casa automobilistica sudcorena ha istituito un team di sviluppo del cosiddetto Infotainment Software a Namyang, centro di sviluppo dedicato esclusivamente allo sviluppo di tecnologie CCO. La strategia di Hyundai Motor è quella di sviluppare una propria piattaforma ottimizzata per il funzionamento  di questa tecnologia centrata sulla promozione della possibilità per i veicoli di comunicare con i loro ambienti interni ed esterni, attraverso il supporto remoto intelligente, una guida totalmente autonoma, funzionalità intelligente del traffico e gli hub di mobilità, tutte tecnologie che saranno al centro della ricerca.

Leggi anche: Nuova Seat Ibiza: arriva nel 2017?

Hyundai Ioniq
Hyundai Ioniq

Leggi anche: Toyota: anche la casa giapponese vira verso le auto elettriche

La casa coreana punta a svolgere test di simulazione in vista del debutto nel 2020 di tali veicoli

Un portavoce di Hyundai ha dichiarato: “I primi veicoli che vedranno l’installazione di questa tecnologia saranno impostati per essere disponibili nel 2020 dopo lo svolgimento di importanti test di simulazione per garantire la compatibilità. Hyundai vuole esplorare una vasta gamma di servizi che possono essere connessi a questa tecnologia e anche per questo sta collaborando con Cisco per un maggiore sviluppo dell rete nelle auto. La casa Sud Coreana ha anche aperto un nuovo Centro di dati in Cina per rafforzare la sua posizione nello sviluppo delle auto iper connesse.