Jaguar Land Rover

Jaguar Land Rover, azienda di proprietà del gruppo indiano Tata Motors, potrebbe dire stop alle lunghe attese ai semafori grazie alla nuova tecnologia connessa denominata Green Light Optimal Speed ​​Advisory (GLOSA). La società inglese ha dimostrato come Internet può essere utilizzato per collegare un veicolo ai semafori. Questa connettività può essere utilizzata per informare il conducente della vettura della velocità ottimale da tenere per arrivare all’incrocio quando il semaforo è verde, il tutto senza fermarsi o accelerare.

Jaguar Land Rover potrebbe dire stop alle lunghe attese ai semafori grazie alla nuova tecnologia Green Light Optimal Speed ​​Advisory

Si spera che questa tecnologia veicolo-infrastruttura, o V2X, come viene chiamata dagli addetti ai lavori, possa aiutare gli automobilisti a evitare le luci rosse, aumentare il flusso del traffico e ridurre la congestione delle strade. Essa dovrebbe anche ridurre le emissioni derivanti da una frenata o da un’accelerazione brusca che spesso dipendono proprio dalla luce del semaforo. Affinché questo sistema venga esteso a livello nazionale, tutti i semafori dovranno diventare intelligenti e connessi a Internet. La tecnologia GLOSA è attualmente in fase di rodaggio nella città britannica di Coventry.

“Abbiamo sviluppato questa tecnologia con il Coventry City Council, che ha piani ambiziosi per la mobilità futura e ha lavorato con noi per fornire l’accesso ai semafori”, spiega Colin Lee, manager V2X di Jaguar Land Rover. “Questa tecnologia richiede la connessione alle centraline dei semafori e pertanto, è necessario un coordinamento tra i comuni e i fornitori di infrastrutture affinché questo sistema da noi brevettato sia veramente efficace.