Jaguar Land Rover rivela i dettagli della futura architettura MLA

JaguarLand Rover
Jaguar Land Rover

Jaguar Land Rover ha rivelato dettagli sui modelli elettrici che seguiranno la Jaguar I-Pace per gli investitori. Le nuove auto condivideranno una nuova piattaforma chiamata Modular Longitudinal Architecture (MLA) che ospita unità completamente elettriche, ibridi plug-in e ibridi miti. JLR spera che l’architettura MLA guiderà il margine della società attraverso la riduzione dei costi e nuovi modelli. Questo almeno si aspetta Nick Rogers, responsabile dello sviluppo del prodotto. In futuro, JLR costruirà i veicoli su base MLA nello stabilimento di Solihull (Inghilterra) e sta già pianificando una grande berlina premium e un SUV di grandi dimensioni.

La berlina che prenderà il posto di Jaguar XJ, probabilmente il prossimo anno, sarà equipaggiata con una batteria da 90.2 kWh per una autonomia di circa 470 km. JLR intende utilizzare questa dimensione della batteria per ogni veicolo elettrico sulla piattaforma MLA. Il prossimo modello sarà la Range Rover Sport, come ibrido plug-in ad entrare nel 2021. Una batteria da 13,1 kWh fornirà un’autonomia fino a 50 chilometri. Oltre alle versioni PHEV, almeno un modello Range Rover sarà disponibile anche come auto puramente elettrica.

Tuttavia, il capo del design in uscita della Jaguar, Ian Callum, ha espresso dubbi sul fatto che Jaguar Land Rover sarebbe stata in grado di costruire qualsiasi veicolo futuro su un’unica piattaforma. Sebbene JLR si stia spostando verso l’architettura modulare longitudinale, non sarà l’unica piattaforma. Secondo Callum, sarebbe “pazzo” non sviluppare ulteriormente la piattaforma  diI-Pace, specialmente alla luce di JLR che vuole trasformare la Jaguar in una marca solo di veicoli elettrici nel prossimo decennio. Mentre la proposta non è stata esaminata finora, il gruppo inglese intende offrire tre versioni di ogni modello, compresa una variante ibrida ed elettrica entro il 2025.

Pertanto, l’azienda di proprietà di Tata ha pianificato un’architettura flessibile per qualche tempo. Il responsabile della produzione di JLR, Wolfgang Stadler lo ha confermato lo scorso giugno e ha aggiunto che JLR ha in programma di preparare tutti i propri centri di produzione una volta che la nuova architettura arriverà. Ha negato qualsiasi piano per una piattaforma esclusiva ai modelli elettrici, dicendo che sarebbe “irresponsabile” per un piccolo produttore finché non sarà chiaro, quale tecnologia diventerà dominante in futuro.

Diversamente dai modelli MLA, l’I-Pace ha una piattaforma EV dedicata. L’MLA, tuttavia, ha bisogno di riservare spazio al motore nei modelli ibridi, rendendo così l’installazione meno flessibile dal punto di vista di un’auto elettrica. Parlando di motori, il BMW Group e la Jaguar Land Rover hanno recentemente rivelato che stanno unendo le forze per sviluppare la prossima generazione di azionamenti elettrici e anche stabilire acquisti comuni in questo settore. Le basi tecniche della cooperazione sono già chiare: nel 2020 BMW introdurrà la quinta generazione (Gen 5) dei suoi e-drives nell’iX3. Secondo l’annuncio, il Gen 5 fornirà la base per “le successive evoluzioni lanciate insieme a Jaguar Land Rover”.

L'autore

Ippolito per gli amici Lito, nasce a Monza. Laureato alla Bocconi in ingegneria meccanica. Appassionato di giornalismo in breve tempo scrive su noti portali Automotive Italiani ed esteri. Seguo in modo accurato tutto il settore Automotive News. Appassionato di Motori ed in particolare di Formula 1.
Potresti essere interessato a:
Land Rover

Nuova Land Rover Defender: la seconda generazione è stata svelata

Land Rover

Land Rover Defender: nuovo teaser prima del debutto

Jaguar

Jaguar-Land Rover: il concept dell'head up display in 3D

Jaguar

Jaguar F-Type: avvistata al Nurburgring

Lascia un commento