fca marchionne manley

Con la presentazione dei risultati dell’attuale piano industriale, nel corso della primavera del 2019, Sergio Marchionne lascerà il suo ruolo di amministratore delegato di FCA al termine di un radicale processo di trasformazione che ha portato alla fusione di Fiat e Chrysler ed all’avvio di ambiziosi programmi di crescita per brand storici come i nostrani Alfa Romeo e Maserati e l’americana Jeep.

E’ proprio da Jeep che potrebbe arrivare l’erede di Marchionne. L’attuale amministratore delegato di Jeep, l’americano Mike Manley, che in questi anni ha seguito il piano di trasformazione del brand che punta a diventare un marchio internazionale da circa 2 milioni di unità vendute all’anno in tutto il mondo.

Per il momento, è bene sottolineare, non vi sono conferme ufficiali sull’identità dell’erede di Marchionne in FCA ma lo stesso manager italiano ha, in più occasioni, ribadito che il nuovo amministratore delegato del gruppo sarà scelto, molto probabilmente, tra i manager che, in questi anni, hanno contribuito al successo dell’attuale piano industriale che, come detto, terminerà alla fine del 2018 (il nuovo piano industriale sarà presentato nel corso del primo trimestre del prossimo anno).

Mike Manley, che guida anche il brand RAM, uno dei punti di riferimento assoluti di FCA in Nord America, è in Chrysler dal 2000 ed in questi anni ha seguito, direttamente, la crescita dei principali marchi di FCA nel mercato nordamericano.

Una conferma in merito al sostituto di Marchionne alla guida di FCA dovrebbe arrivare già nel corso dei prossimi mesi. Per il momento, possiamo affermare che Manley è attualmente uno dei principali candidati alla poltrona di comando del gruppo FCA. Continuate a seguirci per tutti gli aggiornamenti sull’identità del futuro amministratore delegato di Fiat Chrysler Automobiles.