Il pick-up Jeep Gladiator, uno dei progetti più importanti per il futuro di Jeep, ha appena fatto il suo debutto in Nord America, a distanza di circa quattro mesi dalla presentazione avvenuta al Salone di Los Angeles di fine novembre. Il nuovo modello, sviluppato a partire dalla stessa piattaforma della Wrangler, è ora quasi pronto per il debutto europeo.

Jeep presenterà, in anteprima europea, il Jeep Gladiator in occasione del Jeep Camp 2019 in programma a San Martino di Castrozza a metà luglio. Il nuovo pick-up, che potrebbe diventare uno dei modelli più richiesti dagli appassionati di questa particolare tipologia di veicoli (decisamente meno diffusa in Italia rispetto al Nord America), arriverà nelle concessionarie Jeep soltanto il prossimo anno.

Il brand americano, infatti, ha confermato che le vendite del nuovo Jeep Gladiator europeo inizieranno soltanto nel 2020, probabilmente in primavera, dopo la presentazione della gamma completa che avverrà al Salone di Ginevra. Il Gladiator sarà esportato in Europa in quantità limitate ma il suo arrivo rappresenta comunque un momento importante della crescita del brand, oramai divenuto il punto centrale della gamma FCA.

Per il momento, Jeep vende il Gladiator esclusivamente con il motore 3.6 Pentastar V6 da 285 CV. In futuro, la casa americana ha già confermato il debutto del 3.0 EcoDiesel V6 da 260 CV della Grand Cherokee. Quest’unità sarà, probabilmente, l’opzione principale per il Gladiator in Europa. La variante diesel del pick-up sarà pronta per l’inizio del 2020, proprio in parallelo al lancio europeo del progetto.

Al momento, non ci sono informazioni precise in merito al listino prezzi europeo del nuovo Jeep Gladiator che, in ogni caso, risulterà leggermente più costoso della Wrangler. Ulteriori dettagli in merito alla versione destinata al nostro continente del pick-up arriveranno in occasione del debutto europeo del modello fissato per metà luglio. Continuate a seguirci per saperne di più.